A- A+
Economia
Le banche non convincono i mercati.Renzi prende le redini del sistema

Potenziali nuove aggregazioni, dopo l'operazione andata in porto tra Bpm e Banco Popolare, le difficoltà di altre popolari, a partire da Popolare di Vicenza e Veneto Banca, il ruolo di Cassa depositi e Prestiti, anche in relazione allo smaltimento dei crediti in sofferenza, come crocevia del riassetto del sistema bancario. Sarebbe questo uno dei temi di cui, secondo quanto si apprende, si sarebbe discusso nel corso di un vertice che si e' tenuto questa mattina a palazzo Chigi al quale hanno partecipato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, il governatore di Bankitalia Ignazio Visco, i vertici di Cassa depositi e prestiti, Claudio Costamagna e Fabio Gallia, e gli di Unicredit, Federico Ghizzoni, e di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina.

All'incontro era inoltre presente il presidente dell'Acri, Giuseppe Guzzetti, mentre vi ha preso parte il premier, Matteo Renzi che ha introdotto i temi lasciando poi al ministro e ai tecnici la prosecuzione dei lavori. Durante la riunione, organizzata da tempo, si sarebbe affrontato inoltre la questione di nuove possibili acquisizioni, dopo le annunciate nozze tra Banca Popolare di Milano e Banco Popolare, ma anche le difficoltà di altre Popolari, a partire da Popolare di Vicenza e Veneto Banca. Su queste ultime due banche, che si preparano ad affrontare due aumenti di capitale (il primo garantito da Banca Imi di Intesa Sanpaolo come capofila di un consorzio che comprende altri istituti, il secondo da Unicredit), si sarebbe valutata la possibilità di un intervento della Cdp.

Un altro tema di cui si sarebbe parlato, è con tutta probabilità l'intervento allo studio per alleggerire dai crediti insolventi i bilanci delle banche che ne detengono di più. Tra queste, Popolare di Vicenza e Veneto Banca, Carige, Monte dei Paschi. Nonostante la Gacs il mercato degli Npl non sembra aver ancora spiccato il volo. Da giorni alcune banche italiane, d'intesa con alcuni fondi internazionali, stanno ragionando sulla possibilità di conferire crediti in sofferenza in un veicolo che possa gestirli e recuperarne tassi superiori rispetto a quanto scontano le banche oggi titolari di quei crediti.

La Cassa depositi, che non dovrebbe investire nel capitale del "veicolo" - voci di mercato stimano fino a 10 miliardi - sta ragionando sulla possibilità di garantirne le emissioni con delle garanzie pubbliche. Il rafforzamento e la stabilizzazione del sistema bancario è una delle priorita' del Governo di Matteo Renzi. Anche ieri, nel corso della direzione del Pd, il premier ha spiegato come "stiamo lavorando con Mef, Bankitalia e il rappresentante permanente a Bruxelles per trovare una soluzione definitiva al problema delle banche italiane sapendo che tale lavoro paziente si rende necessario perchè governi precedenti non hanno avuto lo stesso coraggio".

Un'altra mina che aleggia sulla credibilità del sistema bancario è poi la tutela dei risparmiatori, in particolare dopo le perdite subite dagli obbligazionisti rimasti coinvolti nel salvataggio di Bancaetruria, Banca Marche, Carife e Carichieti. L'intenzione del Governo è quella di arrivare a soluzioni strutturali che possano soddisfare il maggior numero possibile di risparmiatori truffati.

Tags:
banchecdptesororenzipadoanghizzonimessina

in vetrina
Ilaria D'Amico dice addio alla Serie A su Sky dopo 15 anni

Ilaria D'Amico dice addio alla Serie A su Sky dopo 15 anni

i più visti
in evidenza
Fedez-Ferragni: prove di nozze Le pubblicazioni... a Rozzano

Rozzano

Fedez-Ferragni: prove di nozze
Le pubblicazioni... a Rozzano

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
La nuova DS7 Crossback mette il turbo da 225 CV

La nuova DS7 Crossback mette il turbo da 225 CV

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.