A- A+
Economia
Manovra, "taglio del cuneo già da gennaio". Parla il viceministro Misiani

"Nel 2020 avvieremo la riduzione del carico fiscale sui lavoratori dipendenti, con l’obiettivo di aumentare il netto in busta paga. I dettagli tecnici sono ancora oggetto di discussione ma questo è un obiettivo prioritario, come indica chiaramente il programma del nuovo governo". Lo annuncia ad Affaritaliani.it il viceministro dell'Economia Antonio Misiani del Partito Democratico, rispondendo alla domanda su quali sono a grandi linee le ipotesi sul taglio del cuneo fiscale nella Legge di Bilancio per il 2020 e se per i lavoratori e i pensionati ci sarà qualcosa in più in busta paga già dal primo gennaio del prossimo anno.

GOVERNO: LANDINI, 'CAMBIAMENTO PER NOI VUOL DIRE TAGLIARE TASSE PER PENSIONATI E LAVORATORI' - ''Cambiamento è il titolo di queste iniziative di questi giorni. Ma noi veniamo da anni in cui cambiamento è stato un peggioramento delle condizioni di vita delle persone. Noi abbiamo la stessa piattaforma, condivisa da Cgil Cisl e Uil, presentata anche al governo precedente e non è cambiata. Se questo è il governo del cambiamento, allora bisogna ridurre le TASSE per i lavoratori e i pensionati''. Lo sottolinea il leader della Cgil, Maurizio Landini, alle 'Giornate del Lavoro' in corso a Lecce.

GOVERNO: BOCCIA (CONFINDUSTRIA), STIMOLARE OCCUPAZIONE E LAVORO - "Il governo deve puntare sul lavoro, sulla capacita' di reazione del Paese, abbiamo dati economici che devono farci riflettere. I dati Ocse di ieri dicono che c'e' un rallentamento globale dell'economia, abbiamo una recessione in Germania, di fatto una nel Mezzogiorno, un calo degli ordini delle aziende nel Nord questo significa che si deve incentrare la nostra attenzione sulle questione occupazione e lavoro al Sud, al Centro ed al Nord dell'Italia". Lo ha detto da Matera il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, nel corso dell'inaugurazione di un nuovo stabilimento nella zona industriale Jesce. "Tutto cio' - ha aggiunto - per noi si sintetizza in un'unica questione che e' quella industriale; occorre ripartire dalle fabbriche che sono il luogo del lavoro dovrebbe essere la grande sfida del nostro Paese. Stiamo chiedendo al Governo Conte bis, per tutto il Paese, una grande dotazione infrastrutturale usando al meglio i fondi gia' stanziati che non fanno deficit e quindi non incrementano il debito pubblico, un piano di inclusione giovani per attirare i giovani nel mondo del lavoro. E poi, c'e' la questione fiscale con meno tasse sul lavoro. E' pero' evidente - ha concluso Boccia - che dobbiamo fare i conti con il nodo risorse, con il debito pubblico che abbiamo dobbiamo stabilire esattamente quali priorita' vogliamo definire e, evidentemente, occorre un piano di medio termine peri Paese perche' non si puo' fare tutto e subito".

Commenti
    Tags:
    tasse cuneo fiscale governotasse cuneo fiscale manovra
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Marcuzzi, un mare di 'nostalgia' Senza reggiseno. E lato B..

    TAYLOR MEGA, SHARM BOLLENTE

    Marcuzzi, un mare di 'nostalgia'
    Senza reggiseno. E lato B..


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ford svela la nuova Mustang Mach-E da 465 CV

    Ford svela la nuova Mustang Mach-E da 465 CV

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.