A- A+
Economia

 IL CDA DI MASI Agricola APPROVA I RISULTATI CONSOLIDATI DEL 2017

 

LA PRIMA AZIENDA VINICOLA ITALIANA AD AZIONARIATO DIFFUSO

HA ADOTTATO CON QUESTO BILANCIO I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI

 

RICAVI IN LEGGERA CRESCITA SOPRA I 64 MILIONI DI EURO

RISULTATO NETTO IN AUMENTO PUR SCONTANDO NEGATIVITA’ METEO NEL VIGNETO

PATRIMONIO NETTO CONSOLIDATO INCREMENTATO A OLTRE 122 MILIONI DI EURO

 

PROPOSTA DISTRIBUZIONE DIVIDENDI: 10 CENTS PER AZIONE, IN AUMENTO RISPETTO AL 2017

 

•   Ricavi netti 64,4 milioni di euro (63,9 mln di euro nel 2016, +1%)

•   EBITDA 13 milioni di euro (13 mln di euro nel 2016)

•   EBIT 10,2 milioni di euro (10,3 mln di euro nel 2016)

•   Utile netto 6,7 milioni di euro (6,3 mln di euro nel 2016), in crescita del 7% sull’esercizio precedente e del 13% sull’esercizio precedente redatto ai sensi dei principi contabili italiani

•   Indebitamento finanziario netto 9 milioni di euro (6,7 mln di euro al 31 dicembre 2016)

•   Patrimonio netto consolidato 122,2 milioni di euro (119 mln di euro al 31 dicembre 2016, 108,8 mln di euro alla stessa data applicando i principi contabili italiani)

•   Dividendo proposto pari a 10 cents per azione (in aumento di 1 cent rispetto al dividendo distribuito l’anno scorso), con yield del 2,33% rapportato al prezzo del 12 giugno 2018

 

 

Si è riunito oggi il Consiglio di Amministrazione di Masi Agricola S.p.A., società quotata nell’AIM Italia e tra i leader italiani nella produzione di vini premium, che ha approvato il progetto di bilancio e il bilancio consolidato dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017.

 

Sandro Boscaini, Presidente di Masi Agricola, ha dichiarato: «L’adozione dei principi contabili internazionali, conseguenza dello status di emittente diffuso, costituisce per Masi un ulteriore passo nell’applicazione di practice e strumenti da azienda di primo livello, rimarcando la nostra vocazione all’innovazione nell’ambito del mondo del vino italiano; ha permesso inoltre di esprimere con maggiore efficacia la patrimonialità del Gruppo. Queste due positività danno credito della riuscita nel coinvolgimento degli investitori retail anche proponendo lo “Schema-Masi”, inteso come investimento da apprezzare per tutte le sue particolarità (si veda anche il Masi Investor Club) e non solo in ottica puramente finanziaria. Nel merito dei risultati sottolineo la redditività, che si è mantenuta ancora una volta elevata rispetto al settore confermando le nostre aspettative, pur scontando l’esercizio qualche difficoltà nei volumi delle vendite (in linea con il segmento in cui operiamo) e un meteo penalizzante per la produzione. Inoltre, nel 2017 il Gruppo si è impegnato allocando significative risorse per l’integrazione post-acquisizione di Canevel e per lo sviluppo delle attività di Masi Wine Experience: gli attesi primi risultati già si percepiscono nei primi mesi di quest’anno».

Tags:
masi

i più visti
in evidenza
Il fatto della settimana Ronaldo visto dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Ronaldo visto dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Il 24 giugno Alfa Romeo compie 108 anni

Il 24 giugno Alfa Romeo compie 108 anni

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.