A- A+
Economia
Mediaset, il blitz del magnate Kretinsky. Avanza il polo tv di Berlusconi jr

Mediaset chiude in rialzo dell’1,3% a 2,69 euro per azione a Piazza Affari, dopo la notizia, diffusasi venerdì a mercati chiusi, che l’investitore miliardario slovacco Daniel Kretinsky e il suo socio d’affari Patrik Tkac hanno acquisito una partecipazione del 4,07% in ProSibienSat.1, broadcaster tedesco già partecipato al 9,6% da Mediaset che Pier Silvio Berlusconi si propone di apportare al progetto MediaForEurope (Mfe), il costituendo polo delle televisioni generaliste europee.

LP 9570402
 

Kretinsky controlla Czech Media Invest, divenuto nel 2014 il primo gruppo media ceco grazie all’acquisizione di Ringier Axel Springer CZ (controllata ceca dell’omonimo editore tedesco) con tre quotidiani, vari portali di informazione e 29 magazine. Patron del club calcistico dello Sparta Praga, Kretinsky in Francia ha rilevato lo scorso anno il 49% del quotidiano Le Monde (partecipazione cedutagli dal banchiere Matthieu Pigasse), dopo avere già messo le mani sul settimanale Marianne e su alcune testate del gruppo Lagardere tra cui Elle, il sito web Elle en France, Version Femina, Art and Decoration, Télé 7 Jours, France Dimanche, Ici Paris e Public.

Bocche cucite da Cologno Monzese, ma la mossa di Kretinsky e Tkac sembra poter segnare un punto a favore del progetto paneuropeo caro a Pier Silvio Berlusconi visto che nell’annunciare l’investimento in ProSibienSat.1, il gruppo ceco ha parlato di un “primo passo” in una strategia focalizzata sull’acquisizione di quote di minoranza di società media europee. Il polo generalista del vecchio continente potrebbe dunque essere un progetto ideale tanto per i Berlusconi quanto per il tandem Kretinsky-Tkac (che lo scorso anno avevano provato, senza successo, ad acquisire il controllo del retailer tedesco Metro).

PRESENTAZIONE PALINSESTI MEDIASET
 

Non sarebbe la prima volta che i due gruppi hanno una visione di business in comune: quando a inizio anno Mondadori annunciò la cessione al gruppo Reworld Media del miliardario Pascal Chevalier, già proprietario tra l’altro di Marie France e Tele Magazine, delle sue attività francesi (in cambio, tra l’altro, di una quota tra l’8% e il 10% nella stessa Reworld Media), circolò la voce che anche Kretinsky aveva espresso un interesse, poi sfumato. 

Figlio di un giudice della corte suprema ceca, Kretinsky iniziò la sua carriera nella finanza lavorando per il fondo slovacco J&T di Patrik Tkac, godendo anche della stima di un altro celebre finanziere ceco, Petr Kellner (fino al 2014 consocio con Tkac e Kretinsky in Eph), molto vicino all’ex presidente ceco, il sovranista Vaclav Klaus, ma anche all’attuale premier ungherese Viktor Orban.

Kretinsky è in effetti fidanzato con Anna, la figlia di Kellner (che in passato ha fatto affari anche col gruppo Generali dando vita a Generali Ppf Holding) e proprio la sua vicinanza, diretta o indiretta, coi leader del blocco di Visengrad hanno generato una certa diffidenza nei suoi confronti almeno in Francia.

Ora, forse, Pier Silvio e Daniel, si ragione a Piazza Affari, potrebbero fare fronte comune e sostenersi a vicenda per dar vita ad un polo editoriale paneuropeo che neutralizzi definitivamente il gruppo francese Vivendi. Una sensazione che fa bene al titolo di Cologno Monzese e che si sposa alla perfezione con la previsione di un’accelerazione del “risiko” del settore editoriale europeo per dare vita a uno o più gruppi in grado di tener testa a concorrenti statunitensi del calibro di Netflix, Disney, Viacom/Cbs o At&t/Time Warner.

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    mediasetprosiebensat.1mfedaniel kretinskypatrik tkacpier silvio berlusconipetr kellnermediaforeuropeprosibiensat.1
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Anna Falchi, scollatura vertiginosa Cecilia, selfie senza reggiseno

    TAYLOR MEGA, SHARM BOLLENTE

    Anna Falchi, scollatura vertiginosa
    Cecilia, selfie senza reggiseno


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    WRC, Citroen Racing chiude sul podio il mondiale 2019

    WRC, Citroen Racing chiude sul podio il mondiale 2019

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.