A- A+
Economia

 

 

 

 

Di Andrea Deugeni

 

 

"Basta non restare con le mani in mano e attivarsi per cercarsi le occasioni". Spiega così ad Affaritaliani.it un fiducioso Stefano Crechici, amministratore delegato della Modiano, uno dei marchi italiani di maggior prestigio, leader nella produzione di carte da gioco, la svolta che ha intrapreso il gruppo di famiglia che solamente a fine maggio aveva messo 70 lavoratori, la quasi totalità dei dipendenti, in cassa integrazione a rotazione per 13 settimane fino al 19 agosto. Una decisione che il gruppo fondato nel lontano 1868 da Saul David Modiano, un commerciante di Salonicco immigrato nella Trieste austrongarica in cerca di fortuna, aveva preso per garantirsi la massima flessibilità nell'affrontare il momento difficile del mercato. Una congiuntura sfavorevole caratterizzata da un calo degli ordini per i mazzi di carte da briscola, tressette e poker finiti ammassati in magazzino per il taglio delle promozioni da parte dei grandi clienti (in primis, le aziende produttrici di bevande alcooliche) che trovano nella stampa ad hoc del proprio brand sul dorso del re di cuori o dell'asso di bastoni un'ottima alternativa alle inserzioni pubblicitarie o agli spot in televisione (il logo dello sponsor viene infatti ripetuto per ben 55 volte sulle carte, oltre ad essere marchiato sull'astuccio di un bene che è consinderato semidurevole e che, quindi, resta nelle mani del consumatore nel tempo).

Oltre alla recessione, che nelle aziende fa subito calare la mannaia sul budget destinato all'advertising o alle spese della ricerca, a mettere ulteriormente in difficoltà la storica casa triestina, che con i veneti della Dal Negro si spartisce il mercato italiano, erano state anche l'agguerrita concorrenza cinese e le strategie iper competitive di produttori nazionali che hanno delocalizzato e reimportato in Italia carte da gioco fabbricate in Paesi a basso costo del lavoro. Un terribile mix di fattori che ha costretto anche un produttore di nicchia del made in Italy in grado di far sedere nei bar di paese allo stesso tavolo da gioco tutte le classi sociali, un passatempo nazionalpopolare, a ricorrere alla Cig.

Il jolly della svolta, Crechici lo ha pescato dai mazzi che la Modiano da luglio ha preparato per Urbano Cairo, deus ex machina del gruppo che oltre a editare numerose testate a marzo ha messo le mani pure sulla promettente La7. Un importante accordo commerciale appena rinnovato per il sesto anno consecutivo in base al quale Cairo Editore, fino a metà agosto, allegherà al giornale "Di Più TV" il collaterale di due mazzi di carte di alta qualità (sul mercato vengono venduti dagli 8 ai 12 euro), in abbinamento facoltativo al settimanale al costo di 2,90 euro, oltre al prezzo del giornale (1 euro). Tre-quattro prodotti diversi che usciranno in sei settimane e che hanno il vantaggio di far ripartire il mercato delle promozioni, senza "uccidere" allo stesso tempo quello delle vendite delle carte tradizionali. Si comincia con lo sponsor "SOLE" (detersivi del gruppo Renkitt Benckiser, quotato sul Lse di Londra) a cui la forza commerciale del gruppo Cairo in passato ha fatto seguire marchi del calibro di "Ricola", "Nestea", "Dr. Scholls" e "Stanley Bet" (scommesse sportive).

Ma non c'è solo l'accordo con Cairo. Come molti campioncini del made in Italy, la Modiano ha sfruttato l'occasione della crisi per accelerare anche sui mercati esteri, pescando il re di denari dell'internazionalizzazione. Un driver che ha fatto crescere dal 25% del 2011 al 45% del primo semestre 2013 le quote di fatturato del bilancio della Modiano provenienti dalle vendite oltre confine. E così, oltre a essere già leader nella vicina Grecia grazie a un'ottima rete di importatori-distributori, l'azienda dell'operoso Nordest ha spinto sui ricavi in Germania, in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, aree dove ha intercettato nuovi clienti sia nel settore delle carte sia in quello delle confezioni da gioco. In più, come ogni stratega commerciale consiglia, ha messo nel mirino i Paesi emergenti, piazzando una bandierina anche in Cina. Promettente mercato da oltre un miliardo di consumatori dove Crechici ha iniziato a spedire container pieni di carte di plastica con gli storici disegni di Marcello Dudovich, il più noto dei cartellonisti italiani, rielaborati per i clienti dell'Estremo Oriente.

La strategia si completa con le politiche volte a contrastare la concorrenza sul mercato italiano e a uniformare i ricavi del gruppo per area di provenienza. Presenza sul territorio ora sbilanciata per il 70% al Centro-Sud Italia e per il 30% al Nord. La Modiano ha sottoscritto un accordo di distribuzione con Bic Italia per il retail, gruppo che, oltre ai propri (accendini, penne e rasoi), distribuisce anche prodotti terzi di marca con la sua forza vendita diretta. Una rete agguerrita (45 persone, fra dipendenti e agenti monomandatari) che copre tutto il territorio nazionale e che tornerà molto utile all'azienda giuliana.

Risultato: fatturato primo semestre 2013 (circa 10 milioni di euro l'anno) +7% sul primo semestre 2012 e cassa integrazione che, da quando è stata aperta, è stata attuata solamente per il 35% delle ore disponibili, senza mai interrompere neanche per un'ora la produzione. Con la buona prospettiva di stopparla in agosto o di rinnovarla per un massimo 25 persone (invece che per 70). Insomma, l'internazionalizzazione paga sempre ed è un'ottima risposta alla crisi, soprattutto quanto porta anche in dote la voglia di acquisizione da parte di concorrenti multinazionali che a Trieste non hanno mai smesso di manifestare il proprio interesse. Neanche quando il piatto piangeva. 

Tags:
modianocarte da giococrisistefano crechici
in vetrina
Royal Family, Meghan Markle rivelazione veleno di Lizzy Cundy. ROYAL BABY NEWS

Royal Family, Meghan Markle rivelazione veleno di Lizzy Cundy. ROYAL BABY NEWS

i più visti
in evidenza
Baci bollenti al Grande Fratello Persino in confessionale. LE FOTO

GF TUTTE LE NEWS E GALLERY

Baci bollenti al Grande Fratello
Persino in confessionale. LE FOTO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Skoda Scala: c’è sempre una prima volta

Skoda Scala: c’è sempre una prima volta


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.