A- A+
Economia
Moncler, profitti boom e strategie buone. Ma in Borsa è meglio vendere

di Andrea Deugeni
twitter11@andreadeugeni

Il piumino di Moncler si fa nero a Piazza Affari. Nel giorno dell'assemblea del gruppo guidato da Remo Ruffini, in cui il marchio del galletto ha confermato le solide strategie che quest'anno gli hanno permesso di mettere a segno 249,7 milioni di euro di profitti (+27%) di distribuire ai soci una cedola di 0,28 euro per azione (70,8 milioni il monte-dividendi), il titolo è finito in cima alla classifica degli andamenti peggiori di seduta, conquistando la maglia nera a 33,6 euro (-1,29%). 

moncler  3
 

A contribuire alla performance negativa sono stati i giudizi di alcuni analisti finanziari, in particolare quelli di Mediobanca Securities e di Deutsche Bank, due pesi massimi fra gli specialisti che fanno la radiograzia dell'andamento della redditività dei gruppi quotati a Piazza Affari. 

Si sa, la Borsa ha logiche tutte sue che talvolta esulano da quelle strette del core business dei singoli titoli.

E così capita pure che Moncler, che ha appena chiuso un bilancio con i fiocchi, si sia messa alle spalle un inverno abbastanza rigido (che nel linguaggio di Ruffini vuol dire "vendite"), stia per lanciare a giugno il nuovo progetto "Genius" con otto collezioni (una al mese) e abbia puntato 30 milioni di euro sul canale digitale per far crescere l'e-commerce (da cui deriva solo l'8% dei ricavi totali), diventi in un battibaleno un titolo poco attraente per la comunità finanziaria. Eppure i target sulle nuove aperture di negozi monomarca e lo sbarco su nuovi mercati esteri fino al 2020 sono ambiziosi. E quindi? 

modella moncler
 

Perché, pur rimanendo positive sull'investimento, Mediobanca toglie la raccomandazione "outperform", passando a "neutral", consigliando di vendere il titolo e Deutsche Bank ugualmente riduce la raccomandazione da buy a hold?

Le logiche (di breve) di Borsa non lasciano scampo. Neanche a un campione della moda come Moncler.

In primisle azioni hanno guadagnato il +28% da inizio anno e il +16% nell'ultimo mese: alla luce del rally e con venti di guerra e di protezionismo contrari sui mercati finanziari internazionali, gli analisti vedono ora poco spazio per ulteriori rialzi per il titolo del galletto

Poi, c'è la stagionalità: con l'inverno alle spalle, dicono gli analisti, il secondo trimestre, che è appena iniziato e che apre le porte alla mite primavera, non porterà sicuramente in dote lo stesso impatto che la stagione fredda ha avuto sui ricavi con le copiose vendite di piumini (il tradizionale indumento prodotto dalla Moncler) e di articoli affini. Quindi, è il ragionamento, difficilmente il titolo riuscirà a mantenere lo stesso track-record degli ultimi mesi. 

Infine, c'è il momento dell'anno in cui si svolge l'assemblea: la probabilità  che il management fornisca ora un nuovo outlook particolarmente aggressivo per il resto del 2018 è molto bassa. Da qui, il consiglio finale degli esperti: cari investitori, è meglio passare all'incasso. 

Tags:
monclerremo ruffiniassemblea moncler
in vetrina
Milan, Batshuayi alternativa di Quagliarella. Ecco perchè l'affare si può fare

Milan, Batshuayi alternativa di Quagliarella. Ecco perchè l'affare si può fare

i più visti
in evidenza
Juve, regina degli stipendi in A CR7 davanti a Higuain. Classifica

Sport

Juve, regina degli stipendi in A
CR7 davanti a Higuain. Classifica

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ford presenta la Edge di nuova generazione

Ford presenta la Edge di nuova generazione

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.