A- A+
Economia
Monte Titoli: è in atto una trasformazione digitale

Monte Titoli, parte del Gruppo London Stock Exchang, ha messo in atto una strategia di trasformazione digitale con focus su: espansione internazionale, controllo dei costi, client management. Zignani (Head of Business Development Monte Titoli): “Gestiamo 40.000 strumenti finanziari per un controvalore di 3.300 mld”.

Costituta nel 1978 e parte del Gruppo London Stock Exchange dal 2007, Monte Titoli offre servizi di post trade a operatori nazionali ed internazionali. È il terzo più grande depositario centrale (CSD) nell’Unione Europea ed è vigilato da Consob e Banca d’Italia.

Monte Titoli si sta sempre di più focalizzando sul miglioramento del Client Management e della Client Experience: nel 2015 ha creato un team dedicato ai top client con un manager dedicato alle esigenze dei clienti, nel 2017 ha sviluppato servizi e offerte per i nuovi client e nel 2019 ha istituito un Client Solution Team.

Affaritaliani.it ha incontrato Alessandro Zignani, Head of Business Development Monte Titoli, per una panoramica d’insieme sul ruolo di Monte Titoli nel mercato dei capitali e per un approfondimento sugli sviluppi strategici attuati in seguito alla nuova regolamentazione e alla spinta che la Commissione Europea e la Banca Centrale Europea hanno dato al settore delle banche centrali.

Zignani
VIDEO - Zignani (Monte Titoli): "Gestiamo 40.000 strumenti finanziari"

Monte Titoli è la depositaria centrale per gli strumenti emessi sul mercato italiano. Definita anche infrastruttura di mercato, assieme alle controparti centrali, ai mercati, alle depositarie centrali, ai sistemi di marcamento fornisce a tutto il mercato un’infrastruttura per poter mettere a fattore comune i servizi e i processi, al fine di diminuire costi e rischi a beneficio del mercato dei capitali” ha detto ad Affaritaliani.it Alessandro Zignani.

“In particolare Monte Titoli si occupa della gestione degli strumenti finanziari che sono emessi sul mercato italiano: azioni quotate sui mercati di Borsa Italiana, debito pubblico, obbligazioni societarie che sono dematerializzate e depositate presso Monte Titoli. Parliamo di circa 40mila strumenti finanziari per un controvalore di 3.300 miliardi.

Monte Titoli si occupa della gestione amministrativa, dalla nascita dello strumento finanziario fino alla scadenza; si occupa delle attività relative al pagamento del dividendo delle cedole, delle varie azioni societarie e delle operazioni di compravendita che devono essere regolate.

I nostri clienti sono principalmente istituzioni finanziarie: banche, brokers, banche di investimento italiane e internazionali” ha continuato Zignani.

“La strategia di Monte Titoli è stata recentemente influenzata dalla nuova regolamentazione e soprattutto dalla spinta che la Commissione Europea e la Banca Centrale Europea hanno dato al settore delle banche centrali, cercando di creare una maggior competizione e un allargamento del mercato di riferimento a livello europeo.

Monte Titoli ha perciò aumentato il livello di servizi offerto in linea con quelle che sono le aspettative dei clienti e del mercato. Un altro elemento importante è stato quello di aumentare la cultura del cliente e il servizio che offriamo ad esso. È stato quindi creato un Client excellence team formato da vari dipartimenti che si interfacciano con il cliente proprio per cercare di dare a quest’ultimo un servizio maggiore, sia dal punto di vista relazionale sia dal punto di vista di quella che è l’operatività quotidiana.

Una strategia che vuole aumentare la partecipazione di controparti internazionali che diventano direttamente aderenti ai nostri servizi. Alcune delle numerose controparti avute negli ulti anni sono: Bank of New York Mellon, JP Morgan, ABN AMRO.

La strategia di Monte Titoli, dunque, è incrementare il numero di clienti internazionali e offrire sempre di più una maggiore copertura di strumenti finanziari” ha detto Zignani.

“Le nuove tecnologie sono una componente fondamentale nei servizi finanziari e in particolare in quella che è l’attività di Monte Titoli. Tutti i nostri processi sono automatizzati il più possibile al fine di gestire i volumi di attività che i nostri clienti ci danno (ad esempio, l’anno scorso abbiamo gestito oltre 40 milioni di operazioni di regolamento). Stiamo valutando molto attentamente, insieme al Gruppo London Stock Exchange, le opportunità sul mondo delle nuove tecnologie per dare ai nostri clienti un servizio ancora più automatizzato e meno rischioso.

Abbiamo lanciato lo scorso anno un piano triennale chiamato Agility and Growth per far leva sulle nuove tecnologie, dare a Monte Titoli una struttura più efficiente e rispondente alle esigenze e alle sfide future.

In tal senso abbiamo rivisto tutti i processi aziendali cercando di diminuire il più possibile o eliminare ogni forma di lavoro manuale: laddove possibile l’utilizzo di robot sostituisce l’attività manuale dando maggiore efficienza e rischi minori al processo operativo e liberando risorse che vengono così direttamente occupate nella relazione con il cliente.

Altrettanto importante per noi è stato digitalizzare il grosso numero dati di cui disponiamo. Questo permette a Monte Titoli un’analisi approfondita del comportamento della clientela e dei trend di riferimento e, allo stesso tempo, offre ai clienti report più adeguati alle loro richieste ed esigenze.

Le nuove tecnologie sono uno strumento importante per dare a Monte Titoli strumenti per affrontare al meglio le sfide future” ha concluso l’Head of Business Development di Monte Titoli.

Commenti
    Tags:
    monte titolitrasformazione digitaleagility and growthgruppo london stock exchangeborsa italianaalessandro zignani
    i più visti
    in evidenza
    Matteo e Francesca al mare Non c'è crisi per la coppia. FOTO

    Baci, abbracci e giochi in acqua

    Matteo e Francesca al mare
    Non c'è crisi per la coppia. FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Francoforte 2019 : Opel svela la prima un’auto da rally elettrica

    Francoforte 2019 : Opel svela la prima un’auto da rally elettrica

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.