A- A+
Economia
Pensioni conguaglio: ecco quanto verranno tagliati gli assegni
Pensioni quota 100

Pensioni conguaglio: ecco quanto verranno tagliati gli assegni

Dal primo aprile parte il nuovo meccanismo di rivalutazione delle pensioni all'inflazione, che taglia gli aumenti per i trattamenti di importo superiore ai 1.522 euro lordi al mese. Una misura che non piace ai sindacati dei pensionati, che attaccano il governo per "la totale mancanza di attenzione nei loro confronti". Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil hanno lanciato la mobilitazione e scenderanno in piazza sabato primo giugno con una manifestazione nazionale in piazza del Popolo a Roma. Piazza che sara' preceduta da tre assemblee, al nord, al centro e al sud, il 9 maggio. Le citta' scelte sono Padova, Roma e Napoli. La nuova perequazione delle pensioni all'inflazione e' prevista dall'ultima legge di Bilancio.

Pensioni tagli degli assegni: ecco quali e di quanto dal primo aprile

I risparmi calcolati nel triennio 2019-2021 sono valutati pari a circa 2,2 miliardi di euro (al netto degli effetti fiscali, pari a 253 milioni nel 2019, 745 milioni nel 2020 e 1,2 miliardi nel 2021). Il meccanismo prevede sette fasce. I trattamenti fino a tre volte il minimo non si toccano: la rivalutazione resta piena e quindi la percentuale di aumento e' pari all'1,1%. Per quelli sopra tre volte il minimo scattano sei indici per la rimodulazione all'ingiu': si va dal 97% per le pensioni tra tre e quattro volte il minimo (ossia oltre 1.522 e fino a 2.029 euro al mese) con un aumento dell'1,067%, fino al 40% per quelle oltre nove volte il minimo, cioe' superiori ai 4.569 euro al mese, con un aumento in questo caso che si ferma allo 0,44%.

Il ricalcolo decorre dal primo gennaio 2019 e riguarda 5,6 milioni di trattamenti, come chiarisce lo stesso Inps nella circolare in cui illustra i nuovi criteri. E, indica ancora l'Istituto di previdenza, per circa 2,6 milioni delle posizioni interessate la riduzione media mensile dell'importo lordo risulta di 28 centesimi. Man mano che si sale con gli assegni, sale la riduzione che, secondo alcuni calcoli, tocca fino i 10-11 euro al mese. Non sono pochi soldi, attaccano i sindacati.

"Sara' di 100 milioni il conguaglio con cui l'Inps provvedera' a recuperare una parte delle pensioni erogate da gennaio", rende noto lo Spi, sottolineando come dal nuovo meccanismo "il governo arrivera' a recuperare dalle tasche dei pensionati 2,2 miliardi in tre anni. Somme - continua - che verranno sottratte a chi ha lavorato una vita e che non ha alcuna colpa. Se si sostiene che si tratta di pochi soldi, che li lascino allora ai pensionati senza sottoporli all'ennesima rapina". Quando? Il recupero dovrebbe arrivare a giugno, a elezioni europee avvenute. Le tre sigle dei pensionati se la prendono con il governo, che si e' "mostrato del tutto sordo" alle loro richieste: "L'unica misura messa in campo - denunciano - e' stata quella del taglio della rivalutazione" delle pensioni. Per Spi, Fnp e Uilp anche "la tanto sbandierata" pensione di cittadinanza "finira' per riguardare un numero molto limitato di persone e non bastera' ad affrontare il tema della poverta'". Cosi' come "nulla e' stato previsto sul fronte delle tasse e tanto meno sulla sanita', sull'assistenza e sulla non autosufficienza". La mobilitazione, dicono, e' quindi "necessaria e non piu' rinviabile".

Commenti
    Tags:
    pensioni conguagliopensioni taglitagli pensioniconguaglio pensioni
    i più visti
    in evidenza
    Emma Marrone: "Mi devo fermare Ho un problema di salute"

    Spettacoli

    Emma Marrone: "Mi devo fermare
    Ho un problema di salute"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Nissan JUKE protagonista della Milano Fashion Week

    Nuovo Nissan JUKE protagonista della Milano Fashion Week

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.