A- A+
Economia
Pensioni d'oro, la Lega: "Contributo di solidarietà da tutte le PENSIONI"

PENSIONI D'ORO, SPUNTA LA CONTROPROPOSTA DELLA LEGA: "MEGLIO UN CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA'". ECCO COME FUNZIONA. NOVITA' PENSIONI

Mentre il ministro del Lavoro Luigi Di Maio accelera sul taglio delle pensioni mensili oltre ai 5.000 euro, su cui intervenire "già la prossima settimana", la Lega per bocca del suo più autorevole esponente in tema pensioni, già sottosegretario al Ministero del Welfare, Alberto Brambilla rilancia con un piano messo a punto nel programma elettorale del Carroccio: un contributo temporaneo di solidarietà per una vasta platea di pensionati. Il motivo? Come successo in passato, scrive il quotidiano Repubblica, il probabile no della Corte Costituzionale sugli interventi su "diritti acquisiti". "Toccare le pensioni 'di privilegio', come le ha definite qualche giorno fa il presidente dell'Inps Boeri, sembra un gran messaggio, ma potrebbe rivelarsi un boomerang", osserva infatti Brambilla.

PENSIONI D'ORO, IL CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA' PER AFFRONTARE LE PRINCIPALI EMERGENZE DEL WELFARE

Brambilla spiega che "se si considera il tetto dei 5.000 euro netti mensili le risorse ottenute sarebbero tra i 100 e i 120 milioni. Ma anche se, come sembra ormai orientato a fare Luigi Di Maio, il tetto scendesse a 4.000 euro netti, si otterrebbero 180-200 milioni. Mentre nella peggiore delle ipotesi il contributo di solidarietà vale un miliardo, nella migliore delle ipotesi si potrebbero anche superare i due miliardi".

Secondo il piano elaborato dal Carroccio, invece che intervenire sulle pensioni d'oro dal cui ricalcolo su base contributiva della parte dell'assegno non corrispondente alle somme versate arriverebbero poche risorse (tagli sostanziosi, ma a carico di pochi), il contributo di solidarietà verrebbe spalmato sulla quasi totalità degli assegni, escluse naturalmente le pensioni sociali, quelle di invalidità e quelle eccessivamente basse. E, pur essendo di gran lunga inferiore (Brambilla ipotizza uno 0,35% di partenza sulle pensioni più basse, per poi procedere in modo proporzionale) contribuirebbe a generare un gettito che permetterebbe al governo di avere per i prossimi quattro-cinque anni le risorse necessarie ad affrontare le principali emergenze legate al welfare: l'invecchiamento della popolazione e la disoccupazione delle fasce più a rischio, senza pesare ulteriormente sul debito pubblico che va invece ridotto. E che avrebbe, inoltre, il merito di far sedere intorno allo stesso tavolo governo e parti sociali perché un intervento di questo tipo "deve essere contrattato". Infine risponde ai requisiti indicati dalla Corte Costituzionale, mentre il ricalcolo delle "pensioni d'oro" potrebbe rivelarsi illegittimo perché definitivo (e quindi cozzerebbe contro i "diritti acquisiti" dei pensionati). 

PENSIONI D'ORO, LA DESTINAZIONE DEI FONDI GENERATI DAL CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA'

Per l'esperto welfare della Lega, le risorse raccolte sarebbero finalizzato al sostegno di due fondi, uno per la non autosufficienza ("Ci stracciamo le vesti per l'invecchiamento della popolazione ma poi eroghiamo assegni di accompagnamento di poco superiori ai 500 euro mensili", osserva Brambilla) e l'altro per il sostegno ai lavoratori più deboli, "i giovani sotto i 29 anni che hanno contratti molto discontinui e gli ultracinquantenni che una volta licenziati non trovano più lavoro". Le modalità andrebbero contrattate con i sindacati, e questo, sostiene Brambilla, permetterebbe anche di superare l'Ape sociale, perché i più deboli verrebbero tutelati quasi caso per caso.

 

Tags:
novità pensionipensioni newspensioni d'ororiforma pensioniquota 100 pensionicontributo di solidarietà pensioniassegno pensionitaglio pensioniinpspiano governo pensioni

i più visti
in evidenza
Da Picasso all'arte islamica in Iran Jaca Book, ecco i libri in uscita

Novità editoriali

Da Picasso all'arte islamica in Iran
Jaca Book, ecco i libri in uscita

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.