A- A+
Economia
Pensioni "quota 100 si farà". Svolta pensioni. Ultime notizie riforma pensioni

Pensioni quota 100. Pensioni ultime notizie

"Dobbiamo, e ci stiamo già lavorando, mantenere l'impegno sacro preso con milioni di italiani di smontare quell'infamia che è la legge Fornero che sta rovinando la vita a milioni di italiani". A dirlo è stato Matteo Salvini. "Se ci dicono che non si può fare ce ne freghiamo e lo faremo lo stesso".

Salvini promette di "smontare pezzo per pezzo" la riforma delle pensioni partorita dal governo Monti. Come abbiamo sottolineato più volte, le intenzioni dell'esecutivo potrebbero essere però meno bellicose - dal punto di vista dei conti pubblici - di quanto facciano pensare i proclami degli esponenti del governo, Salvini in primis.Pensioni, ultime notizie: le ipotesi più probabili

La legge Fornero subirà sì delle correzioni, ma non quelle che molti pensionati auspicavano. Al momento l’ipotesi più probabile è che dopo la pausa estiva, il governo metterà mano alla Quota 100, cioè la possibilità di lasciare il lavoro con almeno 64 anni di età e 36 di contributi.

Il costo dovrebbe aggirarsi sui 4 miliardi di euro. Sembra invece tramontata – almeno per ora – la possibilità di vedere approvata la Quota 41 (o Quota 42): troppi i costi da sostenere, se pensiamo che nella prossima legge di bilancio dovranno essere stanziati oltre 12 miliardi per scongiurare l’aumento dell’Iva.

Con la Quota 41 a prescindere dall'età, andrebbero difatti in pensione "anzitempo" tanti lavoratori che hanno iniziato a lavorare da molto giovani o che hanno la possibilità di riscattare gli anni di studio. Per questo una riforma siffatta avrebbe un costo molto elevato. Almeno per il 2019 è molto probabile che non se ne faccia nulla.Pensioni, le risorse dal contributo di solidarietà?

Sul fronte delle coperture, sembra riguadagnare terreno la proposta leghista di un contributo di solidarietà richiesto ad un’ampia platea di pensionati: l’aliquota verrà applicata sul reddito da pensione e prevede degli scaglioni. Si parte da un’aliquota base dello 0,35% per gli assegni superiori ai duemila euro, per arrivare fino al 15% per gli assegni più alti.

Chi percepisce meno di duemila euro al mese invece non dovrebbe pagare nulla. Si parla ovviamente di ipotesi: di certezze al momento ce ne sono poche. Di sicuro, però, dopo la pausa estiva il governo dovrà scoprire le carte: solo allora scopriremo a quali risorse l’esecutivo intende attingere per mantenere (almeno in parte) le costose promesse fatte in campagna elettorale“.

Tags:
pensioni quota 100pensioni ultime notiziepensioni newsriforma pensioni ultime notizie

i più visti
in evidenza
Fashion Week, nuove tendenze Paillettes, biker shorts e...

Costume

Fashion Week, nuove tendenze
Paillettes, biker shorts e...

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Porsche: addio al Diesel

Porsche: addio al Diesel

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.