A- A+
Economia
Pir: Del Vecchio, Catella e le Coop, i big dell'immobiliare brindano coi Piani

Giornata da incorniciare a Piazza Affari per il comparto immobiliare, con Aedes arrivata a sfiorare il 10% di rialzo in mattinata, Risanamento che ha sfiorato il +7%, Bastogi in rialzo del 4% a 1,27, Nova Re attorno al +3,5%, Beni Stabili sopra il 2,5% di guadagno e Igd e Coima Res che hanno superato il +2% prima che qualche presa di profitto raffreddasse tutto il comparto. A far da detonatore per gli ordini d'acquisto sono state le indiscrezioni secondo cui le ultime bozze del Ddl bilancio potrebbero accogliere le richieste di Assoimmobiliare, che nelle scorse settimane aveva attivato un confronto per verificare quali soggetti del settore immobiliare potessero essere ricompresi tra gli investimenti dei Pir (Piani individuali di risparmio, ndr) che possono beneficiare dell'esenzione fiscale.

Catella
Manfredi Catella

Finora la normativa dei Pir, strumenti che hanno già raccolto circa 5,3 miliardi di euro nella prima metà del 2017 e per i quali il ministero dell'Economia e finanze (Mef) prevede una raccolta totale di 10 miliardi entro fine anno, esclude esplicitamente gli strumenti emessi da società immobiliari tra quelli in cui i Pir debbono investire il 70% del proprio patrimonio per poter beneficiare dell'esenzione fiscale. Un'esclusione che per Assoimmobiliare ha pesato sulla valorizzazione del settore. Per questo l'associazione ha auspicato l'emanazione di una nota interpretativa del Mef che ricomprenda almeno le Siiq tra i possibili investimenti utili ai fini fiscali, dato che si tratta di società quotate in borsa. Se la richiesta fosse effettivamente accolta, notano gli analisti di Banca Imi, sarebbe una notizia positiva perché (al netto del rischio di ulteriori modifiche in sede di approvazione parlamentare del Ddl) consentirebbe alle società quotate del comparto di beneficiare "dei significativi flussi dei Pir".

Concordano gli gli uomini di Banca Imi anche i colleghi di Mediobanca Securities, che in una nota sottolineano come l'inclusione avrebbe effetti positivi "in particolare su Beni Stabili, Igd e Coima Res, che offrono ancora valutazioni interessanti e buoni rendimenti del dividendo". Giudizio positivo anche da Banca Akros che parla di notizia in grado di "attrarre nuovi investitori" e conferma la raccomandazione "accumulate" con target price di 0,8 euro sul titolo Beni Stabili.

Directa intermedia oltre 21 miliardi di euro nel 2016L'ingresso della Borsa di Milano in Piazza Affari
 

Ma chi sono i "re delle Siiq" che trarrebbero maggiore beneficio dall'eventuale allargamento dei benefici fiscali per i Pir alle Società di investimento immobiliare quotate (Siiq, appunto)? La più famosa e capitalizzata Beni Stabili (1,625 miliardi di capitalizzazione) fa capo al patron di Luxottica, Leonardo Del Vecchio, che nel 2007 conferì il proprio 35% a Foncière des Régions (salito poi appena sopra il 50% del capitale), società di cui lo stesso Del Vecchio è divenuto il maggior azionista singolo, tramite Delfin, con una quota del 28%, davanti a Covea (13%), Assurances du Crédit Mutuel (8%) e Credit Agricole (7%).

Il business di Beni Stabili (fondata nel 294 a Roma, ceduta dal gruppo Romagnoli a Uno Holding nel 1990 e da questa al Sanpaolo Imi nel 1997 dopo una ristrutturazione finanziaria durata alcuni anni) e di Foncière des Régions (quest'ultima nata nel 1963 come società di gestione di garage e parcheggi sotterranei) ha avuto un'accelerazione nel primo decennio del nuovo secolo con l'acquisizione e il leaseback di immobili già appartenuti a gruppi come EdF, Axa e Agf in Francia, mentre in Italia sono stati messi a segno alcuni "colpi" come le due torri e la piastra commerciale adiacenti alla Stazione Garibaldi a Milano (affittate alle Ferrovie dello Stato), uffici e immobili di pregio per un portafoglio valutato oltre 4 miliardi di euro.

(Segue...)

Tags:
immobiliarepiraedesbeni stabilicoima resmanfredi catellaleonardo del vecchio

in vetrina
Milan, Alessio Romagnoli infortunio più grave del previsto. E ora Gattuso...

Milan, Alessio Romagnoli infortunio più grave del previsto. E ora Gattuso...

i più visti
in evidenza
Il fatto della settimana Toninelli visto dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Toninelli visto dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Lamborghini SC18 Alston: la prima One-Off targata Squadra Corse

Lamborghini SC18 Alston: la prima One-Off targata Squadra Corse

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.