A- A+
Economia
QE, e se il bazooka di Draghi fosse stato dannoso?
Foto: LaPresse

di Ludovico Polastri

Ora si scopre che il famoso bazooka del neolaureato ad honoris causa Mario Draghi non è servito a nulla. Proprio così; uno studio economico olandese sconfessa l’utilità di questo strumento sbandierato come chiave di volta della salvezza dell’euro. Ma aggiunge anche considerazioni molto interessanti. In primo luogo se non ci fosse stato il QE i redditi reali (quelli della gente comune per intenderci) ne avrebbero giovato, scontando una deflazione sui prezzi. Insomma avemmo pagato tutto di meno. Dunque perché è stata (e continua) ad essere stampata moneta ad libitum? La risposta è arrivata: perché le banche avrebbero avuto notevoli problemi a farsi rimborsare i debiti, debiti non della gente comune, ma dei grossi debitori che le avrebbero trascinate nel baratro in caso di fallimento.

il Netherland Bureau for Economic Policy Analysis ha inoltre appurato che quella spinta inflattiva tanto voluta da Draghi (circa 1,9 punti) non è stata prodotta in alcun modo dal QE. I dati analizzati non permettono di distinguere i reali benefici che si sarebbero potuti riprodurre inserendo invece dei dati comunicati dalla BCE dati casuali (random), frutto dell’economia reale e non “drogata”.

Come se non bastasse il QE ha invece prodotto effetti negativi sull’economia reale. Infatti è servito per rimpolpare i bilanci delle banche e finanziare delle aziende ormai fallite (firm zombie), aziende con bassissima produttività e, generalmente, con dimensioni troppo ridotte; aziende con difficoltà a versare gli interessi sui debiti e alle quali le banche erano legate a doppio filo. Questo fenomeno ha reso molto difficile se non impossibile il finanziamento invece alle aziende sane, che avrebbero potuto risollevare strutturalmente il PIL delle nazioni europee.

E’ certo che l’economia non sia una scienza ma talvolta viene da pensare se chi la governa sa veramente quello che fa.

Commenti
    Tags:
    draghiqequantitative easing
    i più visti
    in evidenza
    Rifiutati 100.000 euro a partita? De Rossi lasci in serenità la pelota

    Sport

    Rifiutati 100.000 euro a partita?
    De Rossi lasci in serenità la pelota


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Fiat 500, arrivano le nuove versioni Star e Rockstar

    Fiat 500, arrivano le nuove versioni Star e Rockstar

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.