A- A+
Economia
Rc Auto, il 95% degli italiani paga più della media Ue

Solo cinque assicurati su cento pagano una Rc auto paragonabile, come tariffe, al premio medio europeo, pari a 250 euro. Tutti gli altri, in media, pagano un premio di 500 euro. Lo ha detto il presidente dell'Ivass, Salvatore Rossi, nel suo intervento all'assemblea annuale dell'Istituto. Il dato emerge da un'indagine campionaria trimestrale sui premi effettivi Rc auto (Iper), in cui si evidenzia anche che nel mercato non c'e' concorrenza: i primi cinque gruppi assicurativi detengono il 70% del mercato.

"E' da notare - ha commentato Rossi - che nel settore del credito le prime cinque banche detengono invece meno della meta' della raccolta". L'indagine, che e' stata fatta su un campione di 2 milioni di targhe, e' stata avviata dall'Authority per "risolvere il formidabile deficit di informazioni che connota i prezzi effettivi che si formano sul mercato e le frodi perpetrate ai danni delle compagnie". Proprio per la lotta alle frodi, "principale presupposto di una stabile riduzione dei prezzi", l'Ivass ha avviato il progetto Aia, interconnettendo finora cinque banche dati (dalla Motorizzazione Civile all'Ania)".

"Il problema dei prezzi alti delle polizze Rc auto, dopo tanti anni, si e' attenuato ma non e' ancora risolto", ha aggiunto Rossi. Per questo l'Ivass "auspica una nuova iniziativa legislativa che lo affronti in tutti i suoi aspetti". L'Istituto, analizzando l'andamento delle principali variabili negli ultimi anni, ha evidenziato che il mercato e' caratterizzato da un crollo dei sinistri: -30% negli ultimi quattro anni, dal 2007-2013. Dall'altro, pero', il costo medio totale di ciascun sinistro e' aumentato da 3.900 a 4.700 euro. L'effetto combinato, spiega Rossi, "e' stato una diminuzione del premio puro teorico del 16% (periodo 2009-2013). Tuttavia il premio medio effettivo pagato dal consumatore e' aumentato nello stesso periodo del 6%". Per il presidente dell'Authority "sembra esservi una difficolta' di trasmissione delle positive dinamiche di mercato sui prezzi delle polizze".

Quanto al mercato assicurativo italiano, nel 2013 quello italiano si è comportato meglio della media europea: +13% la raccolta dei premi, a fronte di una flessione del 5% registrata nel 2012. "In sintonia con quanto avvenuto in Europa - ha aggiunto Rossi - si sono nettamente divaricati gli andamenti dei due rami tradizionali, vita e danni: +22% il primo, -5% il secondo. Queste tendenza stanno proseguendo nei primi mesi del 2014". Gli utili dell'industria assicurativa hanno superato i 5 miliardi in linea con il 2012. Quanto al comparto Rc auto, si rileva una contrazione record (-8%) "anche a causa del perdurare della crisi".

Tags:
rc autoivassautoassicurazione

in vetrina
Federica Pellegrini super star alla Milano Fashion Week. E' lei la "Divina"

Federica Pellegrini super star alla Milano Fashion Week. E' lei la "Divina"

i più visti
in evidenza
Il fatto della settimana Tria e Di Maio visti dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Tria e Di Maio visti dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Parigi 2018: Honda presenta il nuovo CR-V con tecnologia ibrida

Parigi 2018: Honda presenta il nuovo CR-V con tecnologia ibrida

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.