A- A+
Economia
Ue, Zingales ad Affaritaliani.it: "Renzi può cambiare l'Europa"


di Andrea Deugeni

Fa un semplice esempio per spiegare la differenza fra un'unione federale che funziona e una invece che, con molta probabilità, rimarrà soltanto un'unione monetaria. Fra Stati Uniti, cioè, e l'Unione Europea. Luigi Zingales, l'economista italiano che insegna alla prestigiosa Chicago Booth School of Business, tira fuori una banconota da dieci dollari e una da cinque euro e fa vedere come sulla carta americana ci sia un monumento in cui tutti i singoli Stati americani si riconoscono, monumento assente invece sul biglietto da cinque euro. "Perché ogni Stato europeo ha il suo", dice al Festival dell'Economia in corso a Trento, evento a cui Affaritaliani.it è presente. Un esempio per far capire "le difficoltà oggettive", spiega in un intervista ad Affari, che ci sono alla base del processo d'integrazione. "Mancano dei presupposti comuni e fattori di condivisione che possono spingere l'Unione monetaria a diventare anche Unione fiscale", aggiunge, perché "così com'è è incompleta" e finisce soltanto per fornire alibi ai partiti euroscettici che, dunque, fanno presa. "Perché è vero che fino ad ora l'Europa è stata soltanto quella dei burocrati e dei banchieri", aggiunge. Come dare torto alla gente se Bruxelles è "stata solo in grado di fare l'Unione bancaria", come unico passo in avanti...

Par di capire che lei sia pessimista sul futuro dell'euro e dell'Unione Europea. Non ci sono i presupposti per andare avanti nel processo d'integrazione, quindi meglio sciogliere i patti...
"Ho l'ottimismo della volontà e il pessimismo della ragione. L'ottimismo della volontà perchè bisogna cercare di combattere per migliorare quest'Europa e c'è una speranza di farlo soprattutto dopo quest'ultimo voto".

Ma...
"Devo essere anche oggettivo e vedo le difficoltà, da cui nasce il pessimismo".

Neanche la capacità di grandi leader come la tedesca Angela Merkel o il premier italiano Matteo Renzi possono combattere le difficoltà d'integrazione che derivano da una mancanza di fattori di condivisione reali fra gli Stati?
"Alla Cancelliera Angela Merkel, oggi, non conviene cambiare questo stato di cose. A Matteo Renzi, invece, sì: spetta a lui, quindi, continuare ad alimentare la fiamma del cambiamento".

E riuscirà a dare un nuovo volto a quest'Europa, come anche si è ripromesso nell'ultima direzione del Pd?
"Sì, ha un'enorme opportunità e deve sfruttarla".

Come valuta fino ad ora l'operato della Bce di Mario Draghi alla luce anche delle preoccupazioni sull'andamento debole dei prezzi e degli interventi che sembra siano in dirittura d'arrivo per sbloccare il mercato europeo del credito?
"Sembra che sia lenta nell'agire, vedremo tra poco cosa farà, il 4 e il 5 di giugno".

Sono fondate dunque le critiche che il direttore generale del Fmi Christine Lagarde ha mosso al presidente della Bce sulla mancanza di azioni per fronteggiare i potenziali effetti negativi di un basso livello di inflazione e evitare lo spettro della deflazione....
"Sì, sono fondate".

Tags:
renzi

in vetrina
Micaela Ramazzotti al pub con Gabriele Muccino dopo l’addio a Virzì, . FOTO

Micaela Ramazzotti al pub con Gabriele Muccino dopo l’addio a Virzì, . FOTO

i più visti
in evidenza
"I miei abiti durano nel tempo Ecco la vera moda sostenibile"

Giorgio Armani si racconta

"I miei abiti durano nel tempo
Ecco la vera moda sostenibile"

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Il circuito di Monza, riprodotto in scala 1:1 nel deserto del Sahara

Il circuito di Monza, riprodotto in scala 1:1 nel deserto del Sahara

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.