A- A+
Economia
Ripartiamo dal made in Italy facilitando l’accesso al credito delle PMI

 

 

 

In Italia la ripresa economica fatica a ingranare e negli ultimi anni sono state proprio le piccole e medie imprese (PMI) a essere vittime della crisi, mettendo di fatto il settore e gran parte degli imprenditori in condizione di fallire. Secondo l'analisi Cribis D&B, nel quarto trimestre del 2017 nel Paese sono fallite 3.283 imprese, in media circa 36 attività ogni giorno. Nonostante i numeri impressionanti, l’anno passato è stato considerato “positivo” rispetto al precedente.

 

I problemi che le imprese devono affrontare sono molteplici e riguardano principalmente la stretta del credito, ovvero il rigetto delle banche a concedere alle aziende prestiti e finanziamenti per paura che questi non siano più restituiti. Un fenomeno che non facilita la ripresa economica e la produttività del Paese e dei singoli territori.

 

“La linfa alle PMI è data dai finanziamenti delle banche, se diminuiscono la produttività italiana è compromessa. Senza fondi è complicato portare avanti progetti e innovazioni, e una economia priva delle PMI rischia la propria solidità.” Lo ha dichiarato Silviano Di Pinto, Responsabile Commerciale Ats/Confesercenti Nazionale, durante l’incontro “Diamo credito al futuro delle piccole e medie imprese del territorio” che si è tenuto presso la Cassa Edile di Frosinone e in cui si è parlato degli strumenti Pubblici di Garanzia per favorire l’accesso al credito delle PMI della Regione Lazio. 

 

“Semplificare l’accesso al credito delle aziende con strumenti creditizi efficienti. Questo è l’obiettivo di Confesercenti che rappresenta 350mila imprese italiane per una occupazione di circa 1 milione di addetti a livello nazionale ed è specializzata nell’erogazione dei servizi di agevolazione nell’accesso al credito bancario.  È quindi opportuno che ci sia solidarietà e vicinanza alle micro, piccole e medie imprese. In tal senso, è possibile favorire sia la ripresa dell’economia locale dei territori, sia contribuire all’incremento del Pil nazionale. Basta facilitare l’ingresso alle multinazionali estere che uccidono di fatto il nostro prodotto. Ripartiamo dal ‘made in Italy’.”

Tags:
made in italy

i più visti
in evidenza
Shorts aderenti, colori fluo e... Moda uomo: nuove tendenze

Costume

Shorts aderenti, colori fluo e...
Moda uomo: nuove tendenze

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nissan Qashqai,, con la tecnologia ProPILOT il SUV diventa intelligente

Nissan Qashqai,, con la tecnologia ProPILOT il SUV diventa intelligente

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.