A- A+
Economia
Satispay fra le prime 250 aziende fintech al mondo

Satispay, l’azienda italiana che sta rivoluzionando il settore dei pagamenti, è l’unica società italiana a entrare nella lista“Fintech 250” 2018 stilata da CB Insights ,che raccoglie a livello mondiale le più prestigiose aziende impegnate nello sviluppo di una tecnologia finanziaria innovativa. Questo è l'ennesimo impoirtante riconoscimento che ottiene la giovane start up, fondata da tre trentenni italiani, chs sta rivoluzionando il metodi di pagamento mobile nel nostro paese.

Anand Sanwal,CEO di CB Insights ha dichiarato: "Dopo aver selezionato nel 2017 le prime Fintech 250, abbiamo visto queste aziende raccogliere complessivamente 23 miliardi di dollari, inclusi 30 round superiori ai 100 milioni di dollari. 22 delle “Fintech 250” hanno già fatto exit, metà tramite IPO. Quest'anno abbiamo aggiunto 113 nuove società alle Fintech 250 selezionate grazie all'algoritmo Mosaic di CB Insights, e il risultato finale è un gruppo ampio che copre tutti i segmenti della tecnologia applicata alle assicurazioni al banking fino al mercato dei capitali. Siamo impazienti di seguire i successi di questo nuovo gruppo di aziende”.

Fondata nel 2012 da Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta, sulla idea che anche in Italia fosse venuto il momento di poter pagare direttamente tramite lo smartphone. «Era davvero insopportabile pensare che con lo smartphone si potesse fare qualsiasi cosa, tranne che pagare» come afferma in tutte le sue interviste Alberto Dalmasso, ceo della azienda che oggi è una realtà strutturata con un team di 65 persone. Ed ecco allora creare Satispay per pagare direttamente con il proprio smartphone, tramite un iban che viene scelto dall'utente.

Il sistema è assolutamente trasversale: accetta qualsiasi banca e qualsiasi telefono o sistema operativo, e non potrebbe essere altro che così, dovendo appunto semplificare. I consumatori che si iscrivono, creano un borsellino di moneta elettronica sul proprio smartphone, che viene ricaricato settimanalmente e automaticamente in base al valore prestabilito, che può essere modificato in qualsiasi momento. Da questo borsellino il consumatore attinge per pagare, senza costi, presso i negozi iscritti al servizio o per scambiare soldi con privati, selezionando dalla propria rubrica. I vantaggi sono evidenti in termini di risparmio di tempo e comodità, e c’è anche possibilità di accedere a offerte speciali, sotto forma di cashback, riservate dagli esercenti alla community.

Ormai la società dei tre terribili trentenni non si può più chiamare start up, visto i tassi di crescita registrati. «Satispay è arrivata a 260mila utenti attivi che ogni mese fanno oltre 500mila transazioni per un valore che oggi è di circa 9 milioni di euro. Nell’ultimo anno siamo stati il traino per la crescita dei pagamenti “in-store” in Italia», afferma Dalmasso, effettivo amministratore della società che, con un transato di oltre 35 milioni di euro, ha coperto più del 50% del valore totale di un segmento che nel 2017 si è attestato a 70 milioni, con una crescita esponenziale rispetto ai 10 milioni del 2016. I dati sono quelli dell’Osservatorio Mobile Payment&Commerce del Politecnico di Milano, che stima che «nel 2017 siano poco meno di 500.000 gli utenti che hanno pagato almeno una volta con un servizio di Mobile Proximity Payment».

Le previsioni sono pero di una fortissima crescita se si pensa che secondo le previsioni del Polimi nel 2020 il transato potrebbe valere dai 3,2 ai 6,5 miliardi di euro. Alberto Dalmasso, Co-founder e CEO di Satispay ha dichiarato a proposito di questo ultimo importante riconoscimento a livello mondiale: "È un grande onore essere stati notati e inseriti nella lista mondiale “Fintech 250” di CB Insight, insieme alle più importanti realtà innovative protagoniste del fintech internazionale.

Il nostro obiettivo è sempre stato quello di sviluppare un modello che cambiasse radicalmente la gestione del denaro per tutti, semplificandola. Essere in questa lista ci conferma una volta di più che la nostra missione ha un significato e un valore per il mercato domestico così come per quello internazionale, ed è un ulteriore elemento di spinta e motivazione per tutto il team verso il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi che ci siamo posti”.

Il team di ricerca di CB Insights ha selezionato le società Fintech 250 sulla base di diversi fattori, tra cui i dati presentati da ciascuna azienda e il loro Mosaic Score. Il punteggio Mosaic, basato sull'algoritmo di CB Insights, misura la salute generale e il potenziale di crescita delle aziende. Attraverso questo approccio, basato su evidenze e dati statistici, il punteggio Mosaic può aiutare a prevedere il momento di crescita di una società, in base al contesto generale e alla sostenibilità finanziaria. Satispay viene riconosciuta così come una tra le principali società fintech mondiali a più rapida crescita, al fianco di grandi colossi già attivi in tutto il mondo. vcaccioppoli@gmail.com

Commenti
    Tags:
    satispay
    i più visti
    in evidenza
    Kinsey Wolansky a tutto campo "Mai fatto film porno. E poi..."

    Sport

    Kinsey Wolansky a tutto campo
    "Mai fatto film porno. E poi..."


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Parco Valentino 2019, da oggi al 23 giugno Torino torna capitale dell'auto

    Parco Valentino 2019, da oggi al 23 giugno Torino torna capitale dell'auto

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.