A- A+
Economia
Smart City Tour, Huawei presenta a Roma un White Paper

Huawei: presentato a Roma lo "Smart City White Paper"; le città possono essere sostenute dalla pubblica amministrazione non solo attraverso finanziamenti, ma anche grazie alla definizione di standard comuni

Le città italiane si stanno evolvendo sempre più verso il ‘paradigma della smart city’, anche se alcune nuove pratiche a livello internazionale rimangono lontane dall’essere realizzate per molte di esse. Da qui nasce lo ‘Smart City White Paper’ presentato da Huawei in occasione della quarta tappa dello Smart City Tour dal titolo ‘Smart City Intelligent Life’, che si è svolto a Roma.

“Con questo ‘road show’ presentiamo l’ecosistema sulle Smart Cities. Il concetto fondamentale è non tanto Huawei, ma l’albero dell’ecosistema che creiamo con i nostri partner per poter dare delle soluzioni ‘end to end’. - ha commentato ai microfoni di Affaritaliani Daniele Mantovani, CTO Enterprise Business Group Huawei - In diversi settori abbiamo creato 7 mercati verticali, su cui con i nostri partner forniamo queste soluzioni. Huawei ricopre il ruolo di incubatore e di abilitatore alle varie tecnologie. All’interno di questo White Paper presentiamo lo stato dell’Italia, che è al 26° posto per quello che riguarda la digitalizzazione del Paese. Ci sono ampi margini di miglioramento.”

vlcsnap 9967 10 17 13h22m03s504
VIDEO - Smart City - Mantovani: "Huawei incubatore e abilitatore delle tecnologie"

Il White Paper rileva come le città possono essere sostenute dalla pubblica amministrazione non solo attraverso finanziamenti, ma anche grazie alla definizione di standard comuni che consentano economie di scala e interoperabilità tra la soluzioni adottate.

Nelle città italiane, rispetto ad altre città in tutto il mondo che stano rimodellando la loro struttura per diventare intelligenti, la modernizzazione delle infrastrutture urbane è un aspetto fondamentale, ma si tratta di un processo in corso è che disomogeneo nel Paese.

I piani di Smart City spesso procedono lentamente a causa della difficoltà di coordinare tutti gli attori coinvolti, sia all’interno dell’amministrazione comunale, sia tra le diverse parti interessate che dovrebbero contribuire al successo dei progetti di Smart City che potrebbe essere raggiunto attraverso l’adozione di infrastrutture orizzontali, che indirizzano tutti gli attori coinvolti verso lo stesso obiettivo.

L’intenzione è quella di lanciare anche una ‘Smart City Alliance’ per chiamare a raccolta i partner e i potenziali attori dell’ecosistema che sta alla base della realizzazione delle Smart City.

In Italia Huawei ha intenzione di adottare un approccio alle Smart Cities che parte dalla storia delle città italiane e fa leva sulle idee degli innovatori locali, rafforzando la collaborazione con l’intero ecosistema italiano.

“La realizzazione di una Smart City richiede la continua collaborazione con i partner e in tutti i settori. - ha spiegato Thomas Miao, CEO Huawei Italia - Faremo leva sulla nostra strategia in materia e sulla grande esperienza che abbiamo maturato in oltre 160 progetti di Smart City in tutto il mondo. Esercitando il nostro ruolo di enabier, partner e incubatole di Smart City, continueremo a sostenere la digitalizzazione del Paese. Il fine ultimo è consentire all’Italia di assumere un ruolo di leadership sulla scena globale in questo campo.”

Commenti
    Tags:
    smart city tourhuaweiromawhite papersmart city tour huawei
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Marcuzzi, un mare di 'nostalgia' Senza reggiseno. E lato B..

    TAYLOR MEGA, SHARM BOLLENTE

    Marcuzzi, un mare di 'nostalgia'
    Senza reggiseno. E lato B..


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ford svela la nuova Mustang Mach-E da 465 CV

    Ford svela la nuova Mustang Mach-E da 465 CV

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.