A- A+
Economia
Trading online: cresce il mercato in Italia, più trader e broker online

In Italia è cresciuto prepotentemente il numero di coloro che hanno scelto di dedicarsi al trading on line.
Parliamo di un universo destinato a fare ancora un balzo in avanti.

Sempre più italiani scelgono di diventare trader potendo fruire di supporti adeguati, potendo contare su un comparto di professionisti seri, fotografati recentemente dall'Annuario italiano del Trading Online, presentato all' ITForum Milano. 

Grazie alla pubblicazione sono ben chiari i numeri degli operatori presenti nel nostro Paese, così come tutta una serie di dettagli sui servizi offerti, un'analisi delle piattaforme utilizzate e dei mercati più sfruttati.

Oggi sono circa sei milioni gli italiani che hanno a disposizione un conto bancario on line, che consente loro di mettere a segno operazioni di trading on line.

L'industria del trading on line si evolve costantemente. Numeri alla mano l'Annuario sottolinea che alla fine dello scorso settembre nel nostro paese erano operativi 132 broker online, esattamente il 10% in più rispetto allo stesso periodo del 2016.

Broker specializzati nel trading online ma soprattutto regolarmente autorizzati ad operare in Italia dalla Consob.

 

TRADING ONLINE COS’È: 

 

Per chi ha meno dimestichezza con la materia la domanda sorge spontanea, ma che cos'è il trading online?
Il trading on line (TOL), termine di origine anglosassone, letteralmente si traduce con l'espressione  "negoziazione digitalizzata", in pratica si tratta di un'operazione che può essere conclusa telematicamente trattando titoli finanziari.

Per operare è necessario disporre di una connessione ad internet per collegarsi ad una delle tante piattaforme di trading online messe a disposizione da broker professionisti, che chiedono alla clientela una commissione sulle varie operazioni.

Strumenti di ultima generazione le piattaforme permettono ai trader di visualizzare titoli, azioni,  obbligazioni, ed altro ancora, appartenenti ai tanti mercati finanziari italiani ed esteri, di poterli acquistare o vendere per ottenere un utile in denaro.

Il trading online è sbarcato in Italia a fine anni '90, e nel 1999 il  "Nuovo Regolamento Consob di attivazione del Testo Unico dei mercati finanziari" lo ha sdoganato, normandone tutti gli aspetti.

 

TRADING ONLINE COME FUNZIONA:

 

Una volta aperto un conto corrente on line presso un broker o una banca specializzata è bene procedere con molta cautela, specie se non si ha dimestichezza con le tecniche e si possiedono nozioni risicate di finanza.
E' sensato iniziare ad operare con cifre esigue ma non prima di aver dedicato un periodo all'apprendimento delle tecniche, e all'approfondimento gli scenari finanziari entro i quali operare.

Le piattaforme di trading online di ultima generazione, messe a disposizione dei broker, consentono di operare con estrema attenzione, se non si vogliono bruciare i tempi.
Di norma le piattaforme forniscono interessanti demo, con le quali operare in regime virtuale, senza impegnare denaro reale ma simulando percorsi di compra-vendita finanziaria, per acquisire competenze e conoscere più da vicino i mercati.

 

COME FARE TRADING ONLINE: TABELLE, GRAFICI, INFORMAZIONI, IL TRADER DEVE STUDIARE COSTANTEMENTE I MERCATI

 

Le piattaforme di trading on line forniscono inoltre tutta una serie di informazioni aggiornate sul forex, producono tabelle, grafici, studi di settore.
Un broker serio è in grado di guidare passo passo il trader per evitare che, soprattutto i primi tempi, compia operazioni azzardate che lo porterebbero a perdere anche somme ingenti di denaro.

Chi sceglie di diventare trader deve comunque tenersi costantemente aggiornato leggendo riviste, seguendo corsi specifici, e controllando quotidianamente l'andamento dei mercati. Solo così potrà essere preparato ed ottenere risultati positivi.

 

TRADING ONLINE: 132 BROKER ON LINE E 151 PIATTAFORME TRADING OPERATIVE

 

Dai numeri resi noti dall'Annuario italiano del Trading Online emerge che dei 132 broker on line che operano sul mercato italiano 106 sono realtà estere senza succursale in Italia con un'offerta prevalente di  Forex e CFD e marginale di opzioni binarie.
Ad operare poi sono 9 banche e 8 SIM italiane.
I 132 broker mettono a disposizione della clientela 151 piattaforme operative.
A primeggiare fra le piattaforme è la  Metatrader 4, diventata lo standard di mercato per il settore del Forex, seguita a ruota dalla  Metatrader 5.

Ai trader italiani è consentito operare on line su 102 mercati.

Tags:
trading onlinetrading online cos'ètrading online come funzionapiattaforme tradingcome fare trading online
in vetrina
Grande Fratello 2019, MILA SUAREZ ESCE DI SENO IN PISCINA. Gf 2019 news

Grande Fratello 2019, MILA SUAREZ ESCE DI SENO IN PISCINA. Gf 2019 news

i più visti
in evidenza
Georgina: "Io e Ronaldo? Basta uno sguardo e ci capiamo"

La top testimonial per Yamamay

Georgina: "Io e Ronaldo?
Basta uno sguardo e ci capiamo"


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Camp Jeep 2019: debutto europeo per la Gladiator

Camp Jeep 2019: debutto europeo per la Gladiator


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.