A- A+
Economia
UniCredit, profitti sotto le attese. Confermati i target su utili e cedola

Unicredit ha chiuso il terzo trimestre del 2018 con un utile di soli 29 milioni dopo aver svalutato per 846 milioni la propria quota nella turca Yapi e aver incrementato gli accantonamenti per le sanzioni americane in fase di liquidazione. L'utile rettificato e' pari a 875 milioni, in crescita del 4,8% rispetto al dato analogo dello scorso anno ma inferiore ai 907 milioni previsti dal consensus di mercato.

Il margine di intermediazione e' salito del 2% annuo a 4,8 miliardi, con interessi netti a 2,76 miliardi (+7,2%) e commissioni a 1,6 miliardi (+2,5%). I costi operativi sono scesi del 7,7% a 2,6 miliardi, per un rapporto cost/income sceso al 53,8%. Quanto alla solidita' patrimoniale, il coefficiente Cet1 e' al 12,11% su basi fully loaded. 

La banca guidata da Jean Pierre Mustier prosegue con la sua attivita' di de-risking con esposizioni deteriorate lorde, sempre nel terzo trimestre, in ulteriore calo a 40,8 miliardi da 42,6 miliardi di euro nel secondo trimestre. Il rapporto tra crediti deteriorati lordi e totale crediti e' migliorato di 249 punti base anno su anno attestandosi all'8,3% nel terzo trimestre, con un solido rapporto di copertura del 60,9 per cento. Le cessioni dei crediti deteriorati lordi hanno contribuito per 1,2 miliardi nel terzo trimestre e per 2,6 miliardi nei nove mesi.

Il rundown accelerato del portafoglio Non Core al 2021 sta procedendo secondo i piani, con esposizioni deteriorate lorde in ulteriore calo di 7,8 miliardi anno su anno a 20,6 miliardi nel terzo trimestre 2019, compresi 0,4 miliardi di cessioni (1 miliardi nei nove mesi 2018). Entro fine 2018, le esposizioni deteriorate lorde complessive sono previste in calo a 19 miliardi di euro.

Mustier ha fatto sapere che non ci saranno modifiche al dividend pay out nel 2018 e nel 2019, fissato rispettivamente al 20% e al 30%. "Non ci sono cambiamenti, siamo fiduciosi sulla profittabilità del gruppo", ha spiegato il banchiere che ha "confermato l'obiettivo di utile netto al 2019 di 4,7 miliardi di euro, un Rote superiore al 9 per cento, e un Rote per il Group Core superiore al 10 per cento".

La banca sta "implementando una serie di misure per proteggere il capitale, incluse cessioni di attivita' specifiche tra cui immobiliari e una riduzione di circa il 35 per cento nella sensitivity del nostro CET1 ratio ai Btp spread". Unicredit "continuera' a mantenere un forte Mda (Maximum Distributable Amount ndr) buffer di 200-250 punti base, pari a un fully loaded CET1 ratio al 2019 del 12,0-12,5 per cento", ha aggiunto Mustier.

Il titolo in Borsa ha perso il 3,81%.

 

Commenti
    Tags:
    unicredittrimestrale unicreditconti terzo trimestre 2018 unicredit

    i più visti
    in evidenza
    La moglie rompe il silenzio "Michael è un combattente e..."

    Schumi, parla Corinna

    La moglie rompe il silenzio
    "Michael è un combattente e..."

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Moto Guzzi. L’Aquila torna… in pista con il Trofeo “Fast endurance”

    Moto Guzzi. L’Aquila torna… in pista con il Trofeo “Fast endurance”

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.