A- A+
Economia
Whirlpool pronta a trattare su esuberi. Sei mesi per decidere il futuro dei lavoratori

Un po' meno nero il futuro dei lavoratori campani del gruppo Whirlpool. Nel vertice al ministero dello Sviluppo sulla vertenza a cui hanno preso parte, oltre ai rappresentanti dell'azienda e delle organizzazioni sindacali, anche quelli della Regione Marche e Campania, l'amministratore delegato della branch italiana Davide Castiglione ha aperto alla richiesta del ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi di non rendere immediatamente esecutivo il nuovo piano industriale di Whirlpool. A quanto si apprende da fonti sindacali, Castiglione avrebbe confermato la disponibilità dell'azienda ad un negoziato senza pregiudiziali ponendo però un problema di tempi: la trattativa non dovrebbe protrarsi oltre un semestre.

Fuori dal ministero la protesta di circa 650 operai arrivati da Caserta con 11 pullman questa mattina presto. I lavoratori che in caso di chiusura dello stabilimento perderebbero il posto, hanno intonato cori ("Carinaro non si tocca" o "chi non salta e' americano") e hanno chiesto lavoro e dignità per tutti.

"Il piano per noi è un punto di partenza, lo considero quindi rivedibile", ha detto la Guidi, aprendo l'incontro al Mise sul piano industriale di Whirlpool. "Chiedo all'azienda di non considerarlo esecutivo", ha aggiunto il ministro, secondo cui "il Ministero è a disposizione per mettere in campo tutte le azioni necessarie". Guidi, hanno riferito inoltre fonti sindacali, avrebbe ribadito la propria "contrarieta'" a ulteriori esuberi rispetto a quelli previsti dall'accordo del 2013 e avrebbe espresso la volontà che "il negoziato sia monitorato dal ministero", perché "la priorità del governo è dare lavoro sicuro e duraturo a tutto il gruppo partendo dai 1.350 lavoratori che oggi sono a rischio".

"Se non si rivede subito il piano si alzerà la mobilitazione e lo scontro", è stata la minaccia dei sindacati, arrivata al tavolo per bocca  di Marco Bentivogli, segretario generale Fim Cisl. "Acquisiamo da governo e azienda che il piano presentato è un punto di partenza, ma l'azienda deve essere chiara: bisogna dire che non ci sono pregiudiziali a cambiare", ha aggiunto. Il piano, ha spiegato il dirigente sindacale, "deve prevedere la sostenibilità sociale e occupazionale del 2013: non ci possono essere scorciatoie. In alcune aree di Italia come Caserta garantire l'occupazione significa garantire l'arrivo di attivita' e missioni industriali e non assistenzialismo". "L'operazione Indesit - ha concluso - dal governo fu targata come fantastica oggi nel piano Whirpool non c'e' nulla di 'fantastico'. In Italia il settore elettrodomestici è stato decimato e restano solo due player internazionali, mentre gli ex imprenditori del settore festeggiano a Cannes".

 

Tags:
whirlpoolmiseguidi
in vetrina
Fabrizio Corona, le prime immagini dal carcere. FOTO

Fabrizio Corona, le prime immagini dal carcere. FOTO

i più visti
in evidenza
Emma Marrone: "Mi devo fermare Ho un problema di salute"

Spettacoli

Emma Marrone: "Mi devo fermare
Ho un problema di salute"


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan JUKE protagonista della Milano Fashion Week

Nuovo Nissan JUKE protagonista della Milano Fashion Week


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.