Eluana Englaro si è spenta. Beppino in lacrime, liti in Senato

Lunedì, 9 febbraio 2009 - 20:26:00

La tragedia: 17 anni di agonia


La notizia sui media mondiali

Villari: "Avvilente spettacolo su Raiuno e Raidue"
Si è spenta Eluana Englaro. La giovane donna, in coma da 17 anni a seguito di un incidente stradale, è morta attorno alle 20:10, nella clinica "La Quiete" di Udine, dov'era ricoverata. A dare la conferma ufficiale il neurologo che la segue da anni, Carlo Alberto Defanti. "E' morta all'improvviso - spiega all'Agi - Ha avuto una crisi imprevista, sulla cui natura dira' una parola certa l'autopsia che era gia' programmata". Eluana, ha continuato Defanti, ha smesso di vivere per subentrate complicazioni respiratorie: ha cominciato a respirare male, in maniera sconnessa fino all'arresto respiratorio.

IL PADRE: "VOGLIO RESTARE SOLO" - "Eluana ci ha lasciati. Ora voglio restare solo, non voglio dire nulla". Sono le uniche parole pronunciate da Beppino Englaro, alla notizia della morte di sua figlia. L'uomo che ha vissuto un calvario lungo oltre 17 anni e ora nel pieno dramma delle condizioni di salute della moglie Saturna, colpita da un tumore al seno, cede alle lacrime e preferisce chiudersi nel suo dolore "che in troppi non hanno capito".

BAGARRE AL SENATO DOPO L'ANNUNCIO - Bagarre nell'aula del Senato dopo che e' giunta la notizia. Il Senato era riunito per la discussione del ddl sul caso Englaro quando il vicepresidente Vannino Chiti ha dato l'annuncio della morte. Il presidente Renato Schifani ha subito chiesto che venisse rispettato un minuto di silenzio ed ha poi proposto di proseguire con l'esame del testo richiamando i senatori allo spirito della responsabilita'. Ma l'intervento di Gaetano Quagliariello, Pdl, ha acceso gli animi gia' turbati dalla notizia. "Eluana non e' morta, e' stata ammazzata" ha detto il vicecapogruppo Pdl. Immediata la replica di Anna Finocchiaro che ha chiesto si finisse questo "sciacallaggio politico". I due interventi si sono svolti tra i fischi dai banchi dell'opposizione e le grida di 'assassini' da quelli della maggioranza. Mentre il presidente Schifani annunciava la sua decisione di sospendere la seduta, i commessi hanno dovuto dividere alcuni senatori dei due schieramenti che si stavano fronteggiando nell'emiciclo.

IL VATICANO: "TRISTEZZA, MA RIFLETTIAMO PACATAMENTE" - "Ora che Eluana e' nella pace, ci auguriamo che la sua vicenda, dopo tante discussioni, sia motivo per tutti di riflessione pacata e di ricerca responsabile delle vie migliori per accompagnare nel dovuto rispetto del diritto alla vita, nell'amore e nella cura attenta le persone piu' deboli". Lo ha affermato il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, per il quale "la morte di Eluana non puo' non lasciarci un'ombra di tristezza per le circostanze in cui e' avvenuta".

NAPOLITANO: "DAVANTI A TRAGEDIA SILENZIO E RISPETTO" - "Dinanzi all'epilogo di una lunga tragica vicenda, il silenzio che un naturale rispetto umano esige da tutti può lasciare spazio solo a un sentimento di profonda partecipazione al dolore dei familiari e di quanti sono stati vicini alla povera Eluana". Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dopo aver appreso la notizia.

LA REPLICA DI GASPARRI: "NESSUNO PUO' DIRMI DI TACERE" - "Nessuno puo' dirci di stare zitti, io ho delle opinioni e le esprimo. Ribadisco che quando si fara' la storia di questa vicenda peseranno le firme messe e quelle non messe". Lo ribadisce il capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, al termine della capigruppo al Senato sul ddl relativo al caso di Eluana Englaro. "Cos'altro ha pesato su questa vicenda - ha aggiunto Gasparri - se non le discussioni costituzionali oppure se fosse legittimo o meno fare un decreto? Certamente non la questione su che tempo facesse a Udine...".

FINI: "GASPARRI E' UN IRRESPONSABILE. IMPARI A TACERE" - "Gasparri e' un irresponsabile che dovrebbe imparare a tacere perche' il rispetto per la massima autorita' dello Stato dovrebbe animare chiunque, in particolar modo il Presidente del Gruppo di maggioranza numericamente piu' consistente". Lo dichiara il presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini

VELTRONI: "PENA PER SUA MORTE. FINISCANO LE SPECULAZIONI" - "Non si puo' non sentire tutta la pena per la morte di Eluana, per la fine del suo lunghissimo calvario. Il nostro primo pensiero va a lei, alla sua famiglia che da 17 anni condivide amore e dolore. Ora credo che la riflessione e il silenzio siano le uniche reazioni umane davanti a quello che e' successo, lasciando lontane speculazioni e grida. Spero che questo sia condiviso da tutti e che questa tragica morte spezzi un clima di accuse, polemiche dichiarazioni scomposte. E questa drammatica vicenda dimostra come sia necessaria, in tempi brevi, una legge giusta sul testamento biologico che il nostro Paese attende da troppi anni". Lo afferma il segretario del Pd, Walter Veltroni.

BERLUSCONI: "PROFONDO RAMMARICO" - "Profondo dolore" e "grande rammarico" perche' non si e' reso possibile poter salvare la vita di Eluana Englaro. E' quanto afferma il premier Silvio Berlusconi alla notizia della morte di Eluana.

SGOMENTO NEL PAESE NATALE DI ELUANA - Sgomento a Paluzza in Friuli, il paese natale della famiglia Englaro. Solo la settimana scorsa Beppino Englaro aveva telefonato al parroco per prendere accordi sul funerale della figlia, non nascondendo il suo rammarico per talune posizioni della Chiesa e su quanto stava accadendo intorno a lui e alla sua famiglia.

DOMANI LUCI DEL COLOSSEO ACCESE - "Domani sera il Colosseo restera' acceso per tutta la notte. E' questo il modo con cui vogliamo testimoniare il nostro profondo lutto per la morte di Eluana Englaro. Al di la' di tutte le polemiche politiche non possiamo liberarci da un senso di profonda commozione e di sgomento per una vita che poteva e doveva essere salvata". Lo dichiara in una nota il sindaco di Roma Gianni Alemanno.


Eluana Englaro
GUARDA LA GALLERY

SACCONI: "ORA PROVVEDIMENTO TEMPESTIVO" - "Ora ci sia un provvedimento tempestivo
affinche' il sacrificio di Eluana non sia inutile". Lo dice il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, intervendo in Aula. Sacconi invita l'Aula di palazzo Madama "a procedere" nel nome di Eluana.

ROTONDI: "DOVEVAMO FARE PRIMA LA LEGGE" - "Ci dovevamo svegliare prima a fare
questa legge". Lo afferma il ministro per l'Attuazione del programma, Gianfranco Rotondfi, alla trasmissione 'Otto e mezzo'.

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA
In Vetrina