A- A+
EmiliaRomagnaItalia

BOLOGNA – “Siamo rimasti nonostante le difficoltà incontrate in questo anno”: raccontano Alfonso Marrazzo e Sara Longhi, del bar “Senza Nome”. Loro, in via Belvedere 11/b a Bologna, hanno aperto una realtà unica in Italia: gestori sordi per uno spazio di incontro per non udenti e udenti. Ma si sono poi scontrati con la realtà della strada, dove sono frequenti episodi di microcriminalità legati allo spaccio o dove stazionano ubriachi. “Con un presidio fatto di cultura siamo riusciti a trovare un compromesso che riqualificasse la zona e adesso siamo noi del quartiere a essere grati al ‘Senza Nome’ dell’intervento che hanno fatto” – dice Elena Leti, presidente del quartiere Porto.

Bryan Adams fotografo contro la sordità

E continua: “Ciò che inizialmente ci ha fatto anche allarmare era l’impossibilità, per i due titolari, di chiamare la polizia in caso di bisogno: ora infatti con le forze dell’ordine, che durante quest’anno hanno vigilato nella via, stiamo pensando di creare un servizio ad hoc, riservando un numero dove poter inviare un sms o addirittura dotare il locale di un apparecchio collegato direttamente con la polizia”. 

“Alcuni clienti hanno paura ma per fortuna la situazione va migliorando e noi siamo ancora qui”: racconta il trentenne campano Alfonso. “Il confronto che si è creato e l’aria che si respira all’interno del locale è davvero bella. Alcuni imparano a parlare con noi, altri ancora quando sono di spalle al bancone mi chiamano ma io ovviamente non li sento e non mi giro. Finiamo per ridere insieme”. Il locale è disseminato di cartelloni con l’alfabeto a gesti, di altri con i simboli corrispondenti a tutte le regioni d’Italia con tutti i segni corrispondenti per i capoluoghi. Ed è proprio così che si è raggiunto l’obiettivo di integrazione. E Alfonso continua: “All’inizio ero spaventato dal confrontarmi con gli udenti perché anche per me è difficile, ora invece è assolutamente una cosa naturale”. Diversa invece la situazione di Sara Longhi che, avendo frequentato le scuole con gli udenti si è sempre confrontata con questo mondo: “Ho sempre fatto tanti sacrifici per capire gli altri, adesso invece sono loro che si sforzano di capire me, ed è una cosa importante”.

E poi, all’interno del locale, una zona, che dicono ora essere usata sempre meno: è l’angolo del cocciuto, con uno specchio per chi non è aperto il confronto e al quale non resta che riflettersi e rimanere solo con se stesso. Il tutto posto vicino una bacheca con dei fogliettini con le ordinazioni già scritte in modo da facilitare il tutto ma che, di certo, non aiuta l’integrazione. “È capitato che alcuni clienti entrando esordissero con un “Non pensavo che i sordi fossero persone normali”: racconta Nunzia Vannuccini, presidente dell’associazione Farm e che cura la direzione artistica del locale. “Senza Nome” serve dunque, paradossalmente, a lanciare un grido e spezzare quel silenzio fatto di pregiudizi che spesso si hanno quando non si conosce qualcosa.

Il 2 ottobre compie un anno e, come ogni compleanno che si rispetti, ci sarà una festa: il via alle 20 con il concerto dei Garage Quartet, alle 21.30 si potrà assistere allo spettacolo di mimo a cura della Compagnia  Teatro dei Gatti e, alle 23, appuntamento con la performance della ballerina sorda Annalisa Cataldo. “Senza Nome” è inserito anche nella rassegna “Luci nella città” che coinvolge tutti i commercianti di via Belvedere che, fino al 4 ottobre (ogni mercoledì, giovedì e venerdì, dalle 19 alle 23.30), fanno della strada un pub e un palco a cielo aperto. Presto verrà anche stilato il programma invernale del locale, intitolato “Under the silent” e che prevede corsi di sensibilizzazione alla Lis, mostre, eventi musicali, teatro e performance degli artisti sordi, compreso il tè con delitto: una messa in scena che coinvolgerà i clienti trasformandoli in spettatori-testimoni di un crimine. (irene leonardi)

Tags:
bolognanon udentisordibarcommercio
in vetrina
Juventus, con De Ligt arriva a Torino anche la fidanzata Annekee Molenaar

Juventus, con De Ligt arriva a Torino anche la fidanzata Annekee Molenaar

i più visti
in evidenza
Belen Rodriguez lecca il ghiacciolo Topless di lady Valentino Rossi e...

GOSSIP E LE FOTO DELLE VIP

Belen Rodriguez lecca il ghiacciolo
Topless di lady Valentino Rossi e...


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Peugeot Rifter disponibile con il PureTech da 130 CV

Peugeot Rifter disponibile con il PureTech da 130 CV


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.