A- A+
Spettacoli
Ascolti Tv, Allarme a Rai1: senza Bibi Ballandi il sabato sera fa flop
Il manager Bibi Ballandi, con la sua "creatura" Fiorello

A Rai1 è allarme "sabato sera". Ora o Mai Più crolla contro C'è Posta per te, seguendo le sorti del suo sfortunato predecessore Portobello, e Canale 5 con Maria De Filippi continua a regnare sovrano. Elementi legati da un fil rouge, o meglio da un luttuoso nastro nero: l'assenza tangibile di Bibi Ballandi, scomparso quasi un anno fa, lasciando un vuoto a conti fatti incolmabile nell'intrattenimento di Rai1. 

Emblematico che Al Bano, nato, cresciuto e prosperato alla Rai, scelga di affidare a Canale 5 le sorti del programma che celebra i suoi 55 anni di carriera, specie dopo l'acclamata "reunion" con Romina sui palcoscenici russi, favorita proprio qualche anno fa su Rai1 dal buon Ballandi con trionfali successi televisivi. Inquietante che Fiorello, protagonista di trasmissioni che hanno sbancato l'Auditel su Rai1, non riesca a mettersi d'accordo con gli attuali occupanti del settimo piano di Viale Mazzini per allestire uno show che farebbe jackpot come ci ha abituati in passato, quando duettava con Michael Bublè, Liza Minnelli e Celine Dion. Ospiti internazionali di pregio questi ultimi, come la Whitney Houston invitata da Gianni Morandi nel suo one-man show ballandiano.

E non è un caso che, quest'anno, gli ospiti internazionali siano esclusi dal carnet del Festival di Sanremo, con ogni probabilità non convinti dall'aria che tira, ormai da troppo tempo, a Viale Mazzini. Un'aria che ha visto progressivamente abbandonare le velleità delle trionfali prime serate "ballandiane" per finire a confezionare programmi inadatti per Rai1 come Superbrain le cui performance Auditel deludono o, per restare nell'ambito del sabato sera, sfortunati come Portobello con Antonella Clerici (che sotto l'egida di Ballandi con Ti Lascio una Canzone era invece al top degli ascolti).

Qualche anno fa l'intrattenimento Rai "sbolognò" i reality show e i talent show a Mediaset o ai canali digitali, focalizzandosi con grande successo sui one-man show firmati Ballandi con personaggi quali Lucio Dalla, Gianni Morandi, Giorgio Panariello, Massimo Ranieri, il già citato Fiorello (che l'imprenditore amava chiamare "suo figlio"); Al Bano e Romina con la già citata reunion in Russia; lo stesso Adriano Celentano, amico personale di "Bibi", che ha scelto Canale 5 per il suo ambizioso progetto Adrian (e che, senza una guida fraterna, amica e oculata come il manager scomparso, è andato a schiantarsi contro gli scogli della sua hybris). E oggi, per tornare al sabato sera di Rai1, senza la benevola mano di Ballandi, senza il deus ex machina, nume tutelare ed eminenza grigia "Bibi", trasmissioni come Ora o mai più - più adatte alle serate infrasettimanali - finiscono per essere mandate allo sbaraglio contro le creature di Maria De Filippi, alla quale, da tempo, Rai1 sembra aver rassegnatamente consegnato ad aeternum la vittoria il sabato sera

E così, ora non è soltanto il daytime di Rai1 ad arrancare, ma anche la prima serata, e a maggior ragione quella del sabato. Per giunta, dopo una lunga serie di poco convincenti show del sabato sera, quest'ultimo slot è stato ampiamente conquistato dalla De Filippi, che ha strappato via via ascolti a Rai1 riuscendo anche a radicarsi nell'immaginario dei telespettatori di quella fascia oraria e settimanale. Ciò significa che, per rubarle audience, occorrerà un impegno non da poco e un lavoro piuttosto duro poiché ormai, da tempo, fatto salvo il successo di Ballando con le Stelle, guarda caso creatura di Bibi Ballandi (così come i trionfali show televisivi di Rai1 con Roberto Bolle), il sabato sera è sinonimo di "Maria". Questo, ovviamente, se esiste da parte della Rai l'interesse a riconquistare il prime time in quella serata cruciale... il fatto che Carlo Conti si rifiuti di andare in onda il sabato sera con Tale e Quale Show, e anche con la prossima edizione della Corrida, la dice lunga sul timore reverenziale che ormai anche i personaggi Rai più gettonati si affacciano alla sfida con la De Filippi. Anni luce di distanza dai bei tempi andati in cui gli spettacoli di Ballandi sgominavano ogni concorrenza nel fine settimana. 

Ma qual era il segreto di "Bibi"? Qual era l'asso nella manica del Re Mida dell'intrattenimento di Rai1? La duplice veste di amico, collega e confidente dei divi e di sapiente imprenditore. Bibi rassicurava, blandiva, confortava, lusingava l'ego e placava le insicurezze del "primattore" o della primadonna di turno dimostrandosi al tempo stesso un capace manager. Un manager amatissimo da tutti, per giunta, venerato ai piani alti di Viale Mazzini, ma non per piaggeria o per timore reverenziale, bensì per la sua grande umanità e facilità di rapporti con chiunque. Abbinate, ovviamente, a uno spiccato talento imprenditoriale che era sinonimo di affidabilità, la parola magica che oggi pare mancare all'intrattenimento di Rai1. 

Oggi, mentre l'intrattenimento di Rai1 vacilla e annaspa, la mancanza di Ballandi si sente sempre più intensa, poiché pare che ai vertici di Mamma Rai non vi sia nessuno in grado di colmare il vuoto della sua assenza. Basti soltanto pensare che né il nuovo dg Rai Fabrizio Salini né la neodirettrice di Rai1 Teresa De Santis riescono a riportare su Rai1 il re dell'Auditel Fiorello, proprio perché manca la garanzia che Ballandi sapeva offrire costantemente.

Al momento insomma, al settimo piano di Viale Mazzini, pare non esistere un uomo o una donna forte che sappia mantenere dritta la barra dell'intrattenimento dell'Ammiraglia Rai, e che possa - anche attraverso rapporti umani, affettivi e professionali consolidati nel corso degli anni con i vari artisti - garantire loro la sicurezza per convincerli. E così ecco che, per fare soltanto un esempio, malgrado qualche tempo fa avesse annunciato il giro di boa dei 55 anni di carriera proprio su Rai1 e precisamente a Porta a Porta, Al Bano finisce per festeggiarli su Canale 5. Ai tempi di Bibi Ballandi, quest'ultimo avrebbe assicurato a Rai1 lo show celebrativo di Al Bano, che tanto ha avuto successo su Mediaset (e che sull'Ammiraglia del Servizio Pubblico avrebbe spopolato). 

Prima della sua tragica scomparsa, Bibi Ballandi aveva fatto la fortuna di Rai1, oltre ad aver offerto a programmi antologici come Techetechetè sufficiente materiale per prosperare per decenni. E invece ora l'intrattenimento dell'Ammiraglia Rai, a partire da quello sventurato Dieci Cose ideato da Walter Veltroni, pare essersi arreso a risultati non troppo entusiasmanti, lasciando alla fiction tutta la gloria (e il fardello) di macinare ascolti. 

Quanto manca, insomma, Bibi Ballandi al sabato sera di Rai1? Immensamente. E all'orizzonte, purtroppo, non si vedono suoi eredi, né tantomeno dei semplici epigoni. L'eredità del manager dal volto umano è oltremodo pesante, e al momento - al settimo piano di Viale Mazzini - pare non vi siano spalle sufficientemente forti per sorreggerla. 

Tags:
ascolti tvauditelbibi ballandifiorellolucio dallagianni morandial banoadriano celentano55 passi nel soleadrianora o mai piùamadeus c'è posta per temaria de filippiballando con le stelletale e quale showsuperbrainmassimo ranieri10 cosewalter veltronifabrizio saliniteresa de santis
Loading...
in evidenza
Taylor Mega lato B da urlo La modella fa gol in bikini. VIDEO

Influencer manda il web in delirio

Taylor Mega lato B da urlo
La modella fa gol in bikini. VIDEO

i più visti
in vetrina
VANESSA INCONTRADA SEXY. "FEMMINA SUBLIME". MARCUZZI SENZA REGGISENO. FOTO

VANESSA INCONTRADA SEXY. "FEMMINA SUBLIME". MARCUZZI SENZA REGGISENO. FOTO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Opel: di… Corsa, destinazione futuro

Opel: di… Corsa, destinazione futuro


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.