A- A+
Spettacoli
Hacker minaccia l'influencer italiana Sara Cavallari

Molestie sessuali, sparizione di 1700 foto in una notte, azzeramento del profilo Instagram, minacce e richieste di denaro. Questo accade nelle ultime ore alla giovane influencer Sara Cavallari, a testimonianza di una necessità di regolamentare a livello normativo una criminalità informatica sempre più diffusa e capillare. Quasi 200.000 followers, una rubrica sul settimanale MIO, un messaggio positivo, quello di Sara, che sta avviando un’attività imprenditoriale attraverso il proprio sito web e i social, Instagram in primis: “da ieri l’altro vivo una sorta di incubo, non dormo da due notti, questa persona minaccia di azzerarmi la vita”. Eppure il messaggio di Sara al mondo è molto positivo: felicità normale, vita sana, principi positivi e tanto ottimismo, questo è l’imperativo della giovane influencer nonché la base del lavoro che stava conducendo con l’ausilio di un settimanale popolare come Mio.

La stessa cosa è accaduta a un personaggio ben più potente, Gianluca Vacchi, a cui nel luglio del 2016 era stato hackerato il profilo. Dopo qualche giorno Instagram aveva ripristinato la situazione di normalità. In questo caso, però, la cosa è ben peggiore: “penso a tante ragazze come me, io per fortuna reagisco e andrò fino in fondo a questa faccenda, ma ci sono donne che si spaventano, si lasciano abbattere e magari interrompono l’attività”. Risale a qualche giorno fa un ulteriore allarme della Polizia Postale in merito all’invio di mail ricattatorie da parte di un gruppo di hacker, con richieste di denaro a fronte della minaccia di diffondere immagini porno del malcapitato, titolare dell’account. L’utente si vedeva arrivare un messaggio mail con una sua vecchia password, quindi lo apriva e vi leggeva l’esortazione a pagare a fronte del possesso di immagini pornografiche della “vittima”.

IMG 3601
 

La polizia postale ha subito chiarito: : Nulla di tutto ciò è reale: rappresenta un’invenzione dell’autore del reato, elaborata al solo scopo di gettarci nel panico ed indurci a pagare la somma illecita: è tecnicamente impossibile, infatti, che chiunque, pur se entrato abusivamente nella nostra casella di posta elettronica, abbia potuto, per ciò solo, installare un virus in grado di assumere il controllo del nostro dispositivo, attivando la webcam o rubando i nostri dati”. Gli hacker erano entrati anche nel sistema del quotidiano Libero, pubblicando dati sensibili e privati. Il servizio Libero mail è già stato hackerato nel 2016, quando un gruppo di criminali informatici ha sottratto le password degli utenti. Nel caso di Sara Cavallari, si tratta d una persona singola e per questo ancora più vulnerabile. Il danno è forte anche dal punto di vista economico: la giovane imprenditrice usa ha attivato intorno a sé una rete di aziende in linea con il proprio messaggio eco sostenibile e con il proprio modello di felicità quotidiana. “Ora mi farò ridare il profilo e poi procederò in tutte le sedi per arrivare a questo individuo. Ma mi domando: chi non ha le risorse economiche per farlo, deve subire”?

Commenti
    Tags:
    hackersara cavallariinfluencer
    Loading...
    in evidenza
    CAST, spifferati 4 nomi a sorpresa E nella Casa entreranno le MILF...

    GRANDE FRATELLO VIP NEWS

    CAST, spifferati 4 nomi a sorpresa
    E nella Casa entreranno le MILF...

    i più visti
    in vetrina
    ILARIA D'AMICO INCINTA? ILARIA D'AMICO SI SPOSA CON BUFFON? ECCO LA VERITA'

    ILARIA D'AMICO INCINTA? ILARIA D'AMICO SI SPOSA CON BUFFON? ECCO LA VERITA'


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Il Monza Eni Circuit è primo autodromo 5g d’Europa

    Il Monza Eni Circuit è primo autodromo 5g d’Europa


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.