A- A+
Esteri

Angekla Merkel vuole la Spd nel governo di imminente formazione. Il Cancelliere tedesco, reduce dalla vittoria elettorale conseguita ieri, ha "aperto" a una coalizione con il principale partito sfidante. "Siamo aperti a una discussione", ha affermato Merkel, aggiungendo che ha gia' avviato contatti con i socialdemocratici ma che non esclude di farlo anche con i Verdi.

Confermano i dati parziali diffusi in serata i risultati finali delle elezioni parlamentari tenutesi ieri in Germania, anche se non ancora ufficializzati in maniera definitiva. Con il 41,5 per cento delle preferenze la coalizione Cdu-Csu, guidata dalla cancelliere uscente Angela Merkel, ha trionfato facendo segnare un forte incremento rispetto alla precedente consultazione nel 2009. Anche i socialdemocratici della Spd registrano un aumento dei suffragi, fermandosi pero' al 25,7.Solo due gli altri partiti che saranno rappresentati nel nuovo Bundestag: la Linke con l'8,6 per cento e i Verdi con l'8,4, entrambi in calo rispetto a quattro anni fa. Crollati invece i liberali della Fdp, finora alleati dei cristiano-democratici, che con il 4,8 per cento dei voti non sono riusciti a superare la soglia di sbarramento del 5 per cento. Fuori pure la neonata Afd, l'Alternativa per la Germania, fondata appena sette mesi fa e molto temuta per la sua campagna anti-euro: non va oltre il 4,7.

Per l'euro la vittoria a mani basse di Angela Merkel e' una cosa buona, mentre i Paesi in crisi del sud Europa devono continuare ad attendersi una politica del bastone e della carota. Lo scrive l'Handelsblatt, il piu' autorevole quotidiano economico tedesco, sottolineando che il trionfo elettorale del cancelliere e' "un buon messaggio per l'euro, ma la strategia senza alternative del bastone e della carota, che la Germania ha scelto votando Merkel, continuera' ad accompagnare Eurolandia. Anche qui ci saranno facce deluse, soprattutto nei Paesi indebitati dell'Eurozona". Il giornale spiega che la vittoria della Cdu/Csu e' "la vittoria dell'economia. Chi in Germania ha voglia di intraprendere ha messo la Merkel sul trono", con il risultato che "il partner della futura coalizione di governo avra' poco o nulla da ridere".

"La Germania e l'Europa si inchinano davanti alla Merkel", scrive il 'Muenchner Merkur', sottolineando che con il suo trionfo "il cancelliere ha polverizzato l'opposizione. Con le loro schede elettorali i tedeschi hanno fissato uno standard in Europa. La Germania rimane anche politicamente un bastione di stabilita' in un continente traballante". Anche la 'Frankfurter Allgemeine Zeitung' (Faz) scrive che anche a causa del rispettabile risultato ottenuto dal partito anti-euro "Alternative fuer Deutschland" (AfD), che ha mancato per un soffio l'ingresso al Bundestag, in Europa "con i tedeschi non sara' facile". In proposito il quotidiano progressista berlinese 'Tagesspiegel' rileva che, pur non essendo riuscita ad entrare in parlamento, "AfD e' la grande vincitrice delle elezioni. Mai in Germania un nuovo partito aveva cominciato con tanto successo", soprattutto perche' e' riuscito "a prendere voti a tutti gli altri partiti, compresa la Linke, ed ha mobilitato anche chi non votava. Al prossimo test non manca molto tempo. Le elezioni europee si svolgono in primavera ed allora la soglia di sbarramento e' del 3%".

Anche lo 'Spiegel' osserva che "dal nulla e' spuntato fuori un nuovo partito di protesta della borghesia. E' questa la vera rivoluzione, per la prima volta c'e' un forte partito alla destra della Cdu/Csu, che puo' rendere la vita difficile alla Merkel". Sul piano politico interno il settimanale sottolinea che la Cdu/Csu e' ormai diventata "un partito di Stato, che a livello federale puo' decidere tutto e che occupa quasi da solo i posti chiave. Le altre formazioni possono stare a guardare. La Spd e' finita in cantina ed ha tempi difficili davanti a se'. Anche se entrasse in una Grosse Koalition, sarebbe solo un ciondolo del cancelliere". Anche per il 'Kieler Nachrichten' in una nuova alleanza di governo tra Cdu/Csu e Spd "questa volta i ruoli sono ben definiti tra chi fa il cuoco e chi il cameriere". Per il quotidiano della sinistra alternativa "Tageszeitung' (Taz) il risultato elettorale conseguito ieri dalla Spd "non e' un incidente, ma un disastro totale. L'egemonia culturale rosso-verde appartiene ormai alla storia".

Tags:
germaniamerkelelezioni tedesche
in vetrina
Temptation Island Vip 2, Anna Pettinelli lacrime: "Sto male, a Stefano piace.." Temptation Island Vip 2019 News

Temptation Island Vip 2, Anna Pettinelli lacrime: "Sto male, a Stefano piace.." Temptation Island Vip 2019 News

i più visti
in evidenza
Raffaella Fico, tacchi a spillo ... e lato B da urlo. LE FOTO

Pedron topless. Gallery delle Vip

Raffaella Fico, tacchi a spillo
... e lato B da urlo. LE FOTO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ford: svelata la nuova Puma Titanium X

Ford: svelata la nuova Puma Titanium X


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.