Giallo sui fucili dei Marò: non furono loro a sparare

Domenica, 7 aprile 2013 - 14:40:00

Spunta una nuova versione sui fatti avvenuti sulla Enrica Lexie, il 15 febbraio 2012: ad uccidere i due pescatori indiani non sarebbero stati i due marò sotto processo, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. Dalle indiscrezioni emerse dal rapporto dell'ammiraglio Alessandro Piroli, il più alto ufficiale in grado inviato in India all'indomani dei fatti, a causare la tragedia non furono i colpi partiti dai fucili di Latorre e Girone, ma di altri due militari.

maro latorre girone

Il rapporto, in mano al governo italiano dal maggio 2012, ricostruisce l'incidente avvenuto sulla Enrica Lexie e fornisce una versione dei fatti che trova l'elemento più delicato nelle prove balistiche effettuate dalla polizia indiana alla presenza di ufficiali dei Ros e del Ris dei carabinieri. Secondo quanto riportato dal quotidiano "La Repubblica", i 4 proiettili analizzati (due trovati sul peschereccio e due nei corpi dei due pescatori uccisi) sarebbero risultati di calibro Nato 5,66mm, fabbricati in Italia, ma i fucili dai quali sono partiti i colpi mortali non sarebbero quelli di Girone e Latorre, bensì di altri due dei sei membri del Nucleo del Battaglione San Marco.

 




0 mi piace, 0 non mi piace
In Vetrina


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Agos Ducato

Richiedi il prestito personale e calcola la rata online
SCOPRI SUBITO

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA