A- A+
Esteri
Hong Kong proteste: Lam esclude le dimissioni e difende il dialogo

La leader di Hong Kong, Carrie Lam, ribadisce l’intenzione di dialogare con i manifestanti anti-governativi, ma sarebbe “inaccettabile” e “inappropriato”, per la sua amministrazione, tollerare la violenza. “Cominciare un dialogo non significa che condoneremo la violenza”, ha scandito Lam, nella conferenza stampa odierna, dopo il dodicesimo fine settimana consecutivo di proteste nell’ex colonia britannica, segnato da nuovi scontri tra i manifestanti e le forze dell'ordine.

“Se la violenza continuerà, l’unica cosa che potremo fare è opporre l’applicazione della legge. Immaginate se, con il pretesto del dialogo, non agiremmo: sarebbe la fine dello stato di diritto in Hong Kong”. Lam respinge le voci di un’interruzione del tentativo di dialogo con i manifestanti, che giudica un’ipotesi “troppo estrema”, e apre alla riconciliazione.

“Dobbiamo dire no alla violenza e alla situazione caotica di Hong Kong, ma allo stesso tempo non dobbiamo rinunciare a costruire una piattaforma per il dialogo”, proposta settimana scorsa dopo che le ultime proteste si erano mostrate pacifiche. Lam ha poi ribadito che la proposta di legge sull’estradizione, all’origine delle proteste, “è stata fermata due mesi fa”, a giugno scorso, dopo le prime grandi manifestazioni. “Quindi, dobbiamo chiederci, con il continuo ricorso alla violenza e alle proteste, cosa faremo? Continueremo a tollerare e a essere accomodanti? Sarebbe una risposta veramente inappropriata e inaccettabile da parte del governo”.

Hong Kong: Lam esclude dimissioni, "Impegnata a servire la gente"

La leader di Hong Kong, Carrie Lam, torna a escludere le proprie dimissioni, che sono una delle richieste dei manifestanti, e si dichiara impegnata a servire la gente di Hong Kong. Lo ha dichiarato la stessa leader della Regione amministrativa speciale cinese nel corso della conferenza stampa settimanale, dopo il dodicesimo fine settimana di proteste anti-governative nell’ex colonia britannica, scaturite dalla proposta di riforma delle legge sull’estradizione, che la renderebbe possibile anche in Cina e che è stata dichiarata “morta” da lei stessa, ma non ritirata formalmente, come chiedono i manifestanti. “Rimango impegnata a servire la gente di Hong Kong con umiltà. Questa è la migliore risposta che posso dare in questo momento”, ha detto Lam. 

Commenti
    Tags:
    hong kongcarrie lamhong kong protestehong kong newshong kong orahong kong protesta 2019
    Loading...
    in evidenza
    Marcuzzi, un mare di 'nostalgia' Senza reggiseno. E lato B..

    TAYLOR MEGA, SHARM BOLLENTE

    Marcuzzi, un mare di 'nostalgia'
    Senza reggiseno. E lato B..

    i più visti
    in vetrina
    Milan, Piatek e... l'obiettivo 70 milioni di euro

    Milan, Piatek e... l'obiettivo 70 milioni di euro


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ford svela la nuova Mustang Mach-E da 465 CV

    Ford svela la nuova Mustang Mach-E da 465 CV


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.