A- A+
Esteri
Libia, raffica di missili su Tripoli. Haftar: "Oggi l'attacco finale"

LIBIA: HAFTAR ORDINA, 'OGGI ATTACCO FINALE A TRIPOLI'

Il generale libico e capo dell'autoproclamato Esercito nazionale libico Khalifa Haftar ha ordinato per oggi l'attacco finale a Tripoli. Lo riferisce l'emittente al-Jazeera citando fonti della sicurezza libiche. Secondo l'emittente del Qatar vicina al governo del premier Fayez al-Serraj, Haftar avrebbe impartito l'ordine alle sue forze via radio, chiedendo loro di entrare nella capitale libica stamattina ''ad ogni costo''. La stessa fonte spiega che Haftar ha chiesto ai suoi uomini di ''intensificare l'attacco a Tripoli'' dopo che sono stati costretti a ritirarsi da alcuni fronti nella battaglia contro le forze del governo di Concordia nazionale.

Libia: raffica di missili su Tripoli, almeno 4 morti

Sono almeno 4 i morti a Tripoli raggiunta nella notte da un raffica di missili, dopo l'offensiva lanciata dal generale Khalifa Haftar per prendersi la capitale libica. Sette forti esplosioni hanno scosso il centro della citta' nel distretto di Abu Slim, secondo quanto riferito da testimoni oculari. Nessuno ha fino a questo momento rivendicato ufficialmente la responsabilita' dei raid ma il portavoce delle forze di Haftar, Ahmed al-Mismari, citato dal quotidiano Al Wasat ha dichiarato: "Le nostre unita' occupano adesso nuove posizioni nel perimetro della capitale Tripoli e avanzano verso altre posizioni". L'offensiva di Haftar, l'uomo alla guida dell'autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna), contro il governo sostenuto dall'Onu di Fayez al-Serraj e' cominciata lo scorso 4 aprile: da allora almeno 174 persone sono morte e 758 sono rimaste ferite, secondo i dati dell'Organizzazione mondiale della sanita' mentre secondo l'Unicef sono 20.000 le persone sfollate, compresi 7.300 bambini.

E' la terza guerra civile in Libia dopo quelle del 2011, quando la Primavera araba spazzo' via il regime del colonnello Muammar Gheddafi, e del 2014. La diplomazia e' al lavoro, con l'Italia in prima linea, ma la comunita' internazionale e' spaccata. Haftar, l'uomo forte della Cirenaica che sogna di riunificare la Libiamilitarmente, gode del sostegno di Egitto, Arabia Saudita ed Emirati Arabi. In soccorso delle forze di al-Serraj, che guida il governo di accordo nazionale dal 2016 e che gode dell'appoggio delle Nazioni Unite e dell'Unione europea, sono arrivate le brigate di Misurata che hanno rallentato la sua trionfale avanzata. Sul piano militare i principali alleati di al-Serraj sono Turchia e Qatar. Doha (accusata di terrorismo) e' in rotta con gli Stati del Golfo. Washington mantiene le distanze.

 Libia: Salvini, alcuni feriti gia' negli ospedali italiani

"Siamo pronti ad accogliere i feriti, alcuni sono gia' negli ospedali italiani su richiesta delle autorita' libiche". Lo ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, a "Radio anch'io" su Rai Radiouno parlando dell'inasprirsi della crisi in Libia.

Commenti
    Tags:
    libiatripoliafricaguerra libiahaftar
    in evidenza
    Grande Fratello 16, doppia bomba Due ingressi clamorosi in Casa

    News e gallery

    Grande Fratello 16, doppia bomba
    Due ingressi clamorosi in Casa

    i più visti
    in vetrina
    Royal baby ma non solo. Meghan Markle e Harry: il video per l'anniversario. ROYAL BABY NEWS

    Royal baby ma non solo. Meghan Markle e Harry: il video per l'anniversario. ROYAL BABY NEWS


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz Sprinter: con la giusta (at)trazione

    Mercedes-Benz Sprinter: con la giusta (at)trazione


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.