A- A+
Esteri
Macron parla bene e razzola male. Facile essere europeisti a parole

‘Occorre superare gli egoismi nazionali per evitare una guerra civile nella Comunità Europea. Inoltre con l’Italia, sul tema migranti, abbiamo un’intesa perfetta’ così al Parlamento Europeo le sorprendenti dichiarazioni del Presidente Macron, probabilmente convinto, con tutto il rispetto, di parlare ad una comunità di soli francesi.

 

Avendo visto il modus operandi di Emanuel Macron negli ultimi mesi nei confronti dell’Europa e sopra alcuni temi caldi quali, ad esempio, i migranti è difficile credere seriamente al suo discorso.

Francia e migranti. Parlare bene e razzolare male

Alcuni comportamenti fanno pensare invece che la verità di questo discorso sia contenuta nel suo esatto contrario. Quasi un parlare bene ma razzolare male.

 

Un’ Europa unita deve ragionare insieme e soprattutto quando si parla di riformarla è imperativo confrontarsi con tutti i partner e non solo con la Germania. I tedeschi sono da sempre convinti di essere i leader  morali della Comunità Europea ( così come crede la Francia) ma almeno non invocano ogni giorno collaborazione, accordi e trasparenza così come invece fa Macron .

 

In un’Europa unita non si decide da soli, insieme ai soliti tedeschi, di sostenere un attacco militare contro la Siria quali partner di un Trump ‘incentivato’ a mostrare i muscoli, anche per altri fini ( leggi elezioni Usa del middle term). 

Francia e migranti. Con l'Italia un'intesa perfetta?

Ma il capolavoro di non senso del discorso di Macron è nel dire che con l’Italia vi è un’intesa perfetta sui migranti.

 

Certo avere il confine a Ventimiglia bloccato per qualsiasi ingresso di migranti, avere il confine a Bardonecchia chiuso nello stesso modo a qualsiasi persona migrante, donne incinta e bambini compresi, mandare i doganieri francesi ad entrare illegalmente nel nostro paese per interrogare un migrante sono sicuramente elementi che fanno capire che il film che ha visto Macron su questi temi è leggermente diverso dalla realtà che si vive con l’Italia.

Francia e Migranti. La tirata d'orecchie di Juncker

Fortunatamente in un Parlamento Europeo interessato probabilmente ad altro e non alle dichiarazioni del numero uno francese il solo Presidente Juncker ha avvertito qualche contraddizione nel discorso e prontamente ha risposto. Una risposta soft ma decisa che in sintesi dice ’ la Ue non è solo la Francia e la Germania, ed occorre superare il dialogo tra Paesi dell’Est e dell’Ovest’.

 

Solo per ricordare che è molto facile essere europeisti a parole, bisogna soprattutto esserlo nei fatti.

 

 

 

Tags:
emanuel macronmigranti
in vetrina
Icardi, rinnovo con l'Inter? Bomba Wanda Nara: "Volevano darlo alla Juventus"

Icardi, rinnovo con l'Inter? Bomba Wanda Nara: "Volevano darlo alla Juventus"

i più visti
in evidenza
Lebron James, Serena Williams... Youtube, gli spot 2018 più visti

Costume

Lebron James, Serena Williams...
Youtube, gli spot 2018 più visti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Debutta a Milano la nuova Mazda 3

Debutta a Milano la nuova Mazda 3

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.