A- A+
Esteri
Merkel seduta agli inni nazionali. Nuove preoccupazioni per la sua salute
ANGELA MERKEL (foto Lapresse)

Merkel seduta agli inni nazionali. Nuove preoccupazioni per la sua salute

 La salute di Angela Merkel continua a preoccupare. Dopo il terzo episodio di tremore sulle cui cause in tanti si interrogano, dentro e fuori la Germania, la cancelliera tedesca ha deciso di ridurre al minimo il rischio che il misterioso fenomeno si ripeta, almeno davanti alle telecamere. E, ricevendo la premier danese, ha rivoluzionato non senza mugugni il cerimoniale, ascoltando da seduta e non in piedi l'esecuzione degli inni nazionali. Mentre a chi le ha chiesto se stesse indagando la causa di quei tremori, la quasi sessantacinquenne Frau Merkel ha risposto sibillina che e' sua "responsabilita'" occuparsi della propria salute e rispettarla. Il mistero, dunque, continua. La leader tedesca mal sopporta l'attenzione che il mondo sta riservando alle sue condizioni e sta cercando di eliminare ogni possibile occasione che quello strano tremore si manifesti ancora in pubblico. Al punto, si racconta, da chiedere personalmente una modifica del protocollo. E' per questo che oggi, al loro arrivo nel cortile della cancelleria dove era attesa la premier danese Mette Frederiksen, i fotografi non hanno trovato solo la solita guida rossa ma anche una pedana con sopra due sedie bianche. Le due leader le hanno raggiunte e vi si sono accomodate. L'ospite danese forse pure troppo rispetto alla solennita' del momento, visto che ha accavallato le gambe. E appena sono partiti gli inni nazionali, sono rimaste sedute. In barba ad ogni protocollo. Ogni cerimoniale prescrive infatti che in quel momento si debba stare rigorosamente in piedi mentre i militari si fissano sull'attenti. Una prescrizione, ricordano gli esperti di cerimoniale, che non venne disattesa neanche da Giovanni Paolo II nella fase in cui il Pontefice era piu' martoriato dalla sua malattia. Finiti gli inni, Merkel e Frederiksen si sono alzate e hanno passato in rassegna i reparti schierati, per poi andare via. Ancora una volta le immagini hanno fatto il giro del mondo. I giornali tedeschi chiedono ormai sempre piu' insistentemente a Merkel di spiegare cosa le stia succedendo. La Bild, che in un editoriale di fuoco per quei tremori ne ha chiesto le dimissioni, ha rivelato che dopo il primo episodio, poco piu' di tre settimane fa, la cancelliera si e' sottoposta ad attenti esami, in particolare analisi dei valori ematici, risultati negativi. E mentre in Germania ci si chiede cosa succedera' a Parigi il 14 luglio, quando Merkel partecipera' alle cerimonie per la festa della Repubblica francese, lei continua a gettare acqua sul fuoco. "Si puo' assumere che data la responsabilita' del mio ufficio si debba conoscere e quindi agire di conseguenza anche rispetto a quello che riguarda il mio stato di salute", ha detto ai cronisti, aggiungendo: "Si puo' presumere pero' che anch'io, come persona, abbia il piu' grande interesse personale ad essere sana e a rispettare la mia salute"

Commenti
    Tags:
    merkel salutemerkel condizionimerkel come sta
    Loading...
    in evidenza
    Caos Salah-Alessandra Ambrosio "Atti osceni in luogo pubblico"

    Egitto, scoppia la polemica

    Caos Salah-Alessandra Ambrosio
    "Atti osceni in luogo pubblico"

    i più visti
    in vetrina
    Francesca Manzini nuda contro il body shaming. FOTO

    Francesca Manzini nuda contro il body shaming. FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Tokyo Motor Show 2019, Nissan svela il concept Ariya

    Tokyo Motor Show 2019, Nissan svela il concept Ariya


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.