A- A+
Esteri
Migranti, stop Ue alle leggi di Orban. Ungheria deferita dalla Commissione

Ungheria deferita alla Commissione Ue per le leggi sull'immigrazione

La Commissione dell’Unione Europea ha deciso di deferire l’Ungheria. Il motivo? Il mancato rispetto della legge  su asilo e ricollocamento dei migranti. L'esecutivo Ue ha detto in una nota di aver deciso di deferire l'Ungheria "per non aver rispettato la legislazione su asilo e rimpatrio in base alle norme Ue".

Inoltre, la Commissione, ha avviato anche una procedura d’infrazione riguardante la legge “Stop Soros”, la quale prevede la condanna per le attività a sostegno dei richiedenti d’asilo, in quanto viola “le leggi Ue, la carta dei diritti fondamentali e i Trattati”, ed oltre a ciò è una norma discriminatoria poiché limita le donazioni, in maniera sproporzionata, dall’estero alle Ong, andando in contrasto con la libera circolazione dei capitali.

Il governo di Orban denunciato per il mancato rispetto delle norme

Il Primo Ministro Viktor Orban e tutto il governo hanno sempre mantenuto una linea di ostruzione nei confronti dell’accoglienza, negando sempre la ripartizione delle persone approdate in Europa. Ad oggi, i richiedenti asilo che varcano il confine ungherese vengono trattenuti in appositi campi, per un tempo indefinito e non specificato dalla legge. Bruxelles, quindi, ha evidenziato come le politiche ungheresi non siano in linea con quelle vigenti in Unione Europea.

Da ricordare che l’Ungheria non ha mai cercato di conformarsi agli obblighi previsti in materia di quote. Infatti, l’accordo stilato nel 2015 assegnava all’Ungheria una quota minima di migranti, appena poco di un migliaio, più precisamente 1.294, ma attualmente Budapest non ne ha accolto nemmeno uno.

Orban, già lo scorso 20 giugno, ha proposto una riforma relativa al rifiuto totale di accogliere i migranti. Questo provvedimento va a minare anche i rapporti con chi prova a dare sostegno ai richiedenti asilo, come le Ong, soprattutto quelle finanziate dal magnate ebreo George Soros, identificato come il “nemico numero uno della sicurezza nazionale” che mira a sovvertire non solo l’Ungheria, ma l’intera Europa. Già nel 2017 per il paese si potevano vedere affissi manifesti con il volto di Soros e la scritta “Togliamo il sorriso dalla faccia di quest’uomo”.

Tags:
unione europeasorosgeorge sorosstop sorosungheriaungheria fuori ueungheria migrantiungheria migranti orbanorbanviktor orbanue deferita ungheriamigrantiimmigrazione

in evidenza
Silvia Provvedi va giù duro "Fabrizio Corona? E' un uomo..."

Gossip

Silvia Provvedi va giù duro
"Fabrizio Corona? E' un uomo..."

i più visti
in vetrina
Grande Fratello Vip 3, GIULIA SALEMI A FRANCESCO MONTE: "ERO INNAMORATA DI TE..." Gf Vip 3 news

Grande Fratello Vip 3, GIULIA SALEMI A FRANCESCO MONTE: "ERO INNAMORATA DI TE..." Gf Vip 3 news

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
DS 7 crossback E-Tense 4x4, il lusso diventa elettrico

DS 7 crossback E-Tense 4x4, il lusso diventa elettrico

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.