A- A+
Esteri
Trump aumenta il livello di scontro, arrestata la figlia del boss di Huawei
LaPresse

Nonostante il premier canadese Justin Trudeau si sia affrettato a dire che nell’arresto di una delle donne più’ potenti dell’imprenditoria cinese,Meng Wanzhou, figlia del fondatore di Huawei, e direttore finanziario del colosso delle comunicazioni cinese, non ci sia nulla di politico sembra invece esserci tutto il contrario.

 

L’arresto, dalle conseguenze non ancora immaginabili, è totalmente politico e sembra un vero e proprio giallo di cui non si conoscono ancora i veri contorni.

Una pericolosa escalation tra Cina e Usa.

Che ci sta dietro?

Sicuramente il pericoloso braccio di ferro tra Washington e Pechino. Una prova di forza ad alta tensione e in corso da tempo che sembrava aver visto una schiarita nel recente incontro tra i due Presidenti. Ora  la schiarita sembra colorarsi velocemente di scuro.

 

Da parte americana pare che si voglia rispondere colpo su colpo allo strapotere commerciale cinese, mentre la Cina, in questo caso preciso, ha mandato una dura risposta ufficiale per l’arresto ( violati i diritti umani) ma ha anche fatto trapelare che gli accordi presi da Trump con Xi Jinping manterranno il loro valore.

 

Una dichiarazione dovuta, soprattutto per calmare i mercati borsistici mondiali che hanno immediatamente segnato forti ribassi su tutte le piazze.

Già da domani i mercati aspettano di vedere qualche spiraglio di tranquillità.

Una pericolosa escalation tra Cina e Usa. Il debito Usa in mano cinesi

Fa paura l’escalation dello scontro che danneggia entrambi i colossi. E in questa escalation nessuno esclude che potrebbero esserci arresti di importanti  uomini americani sul suolo cinese.

 

Dietro all’arresto della manager cinese potrebbero starci un insieme di criticità come il commercio con l’Iran, la strategia protezionistica del tycoon americano e la sua eterna battaglia sui dazi.

 

Ma è una guerra di nervi pericolosa. Per il mondo ma soprattutto per gli Stati Uniti che non devono dimenticare che gran parte del loro gigantesco debito è in tantissime mani cinesi.

Commenti
    Tags:
    trumpxi jinping cinaarresto
    in evidenza
    Renzo Arbore ad Affaritaliani.it "Mi rivedo in Fiorello e poi.."

    Spettacoli

    Renzo Arbore ad Affaritaliani.it
    "Mi rivedo in Fiorello e poi.."

    i più visti
    in vetrina
    Milan: Quagliarella, Origi e Rashford dopo l'addio a Ibrahimovic

    Milan: Quagliarella, Origi e Rashford dopo l'addio a Ibrahimovic

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-AMG A 35 4MATIC: la “piccola” sportiva

    Mercedes-AMG A 35 4MATIC: la “piccola” sportiva

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.