A- A+
Esteri
Trump crea lavoro pure per i migranti. Starbucks e gli altri? Solo marketing

Sembrerebbe incredibile ma l'effetto Trump, ogni giorno che passa, si sta dimostrando un fenomeno dirompente nel bene e nel male a livello internazionale.

Sono bastati pochi giorni di presidenza e un  paio di decreti firmati e, come  per magia, sono gia' stati creati posti di lavoro all'interno del Paese creati dalle grandi case automobilistiche, come Ford, Toyota, Fca. Stanno facendo a gara per creare stabilimenti e investire nei confini americani. Anche  case farmaceutiche di altissimo livello si sono dichiarate disponibili a creare posti di lavoro e investire miliardi di dollari in ricerca avanzata.

Il top si e' avuto pero' con gli ultimi provvedimenti di ieri sulla stretta per l'ingresso ai migranti di paesi a rischio terrorismo.

Un mare di critiche da giudici federali, politici europei e pure dal Papa ma che inaspettatamente hanno risvegliato le coscienze di un mondo imprenditoriale e politico che non si era fatto molto sentire. Un mondo che ora , in un rigurgito di solidarieta', non solo alza la voce ma promette azioni concrete.

Ieri il primo ministro canadese, il giovane e liberale Justin Trudeau, ha aperto le porte del paese a tutti i rifugiati . Oggi  una lunga scia di offerte e collette a favore degli emarginati da Trump.

Ma dove erano prima i manager di Google che oggi si sono offerti e hanno creato un fondo che potrebbe raggiungere i 4 milioni di dollari ?  Dov'era la grande Airbnb che ha deciso di offrire alloggi gratis. E soprattutto Starbucks , la super catena di caffetterie che, attraverso il suo Ceo Schultz , ha confermato la volonta' di assumere qualcosa come 10000 rifugiati nei prossimi 5 anni in  75 paesi. 

E siamo certi altri ne verranno . Questa grande catena di solidarieta' , se veramente andrà' avanti non risultando essere solo un aspetto di marketing aziendale per alcuni o un atteggiamento politico per altri e' un trend assolutamente positivo.

Un 'mood'  di eticita' che potrebbe far riflettere molti gruppi imprenditoriali . Infatti molte imprese si sono rese disponibili, in un battibaleno, ad assumere rifugiati ma non si capisce perche' molte, in nome del conto economico, non sono state altrettanto disponibili a favorire i milioni di giovani disoccupati che sono il risultato di una crisi economica almeno uguale a una guerra guerreggiata.

Tags:
donald trump migrantidonald trumpdonald trump starbucks googlemusulmani
Loading...
in vetrina
Francesca Manzini nuda contro il body shaming. FOTO

Francesca Manzini nuda contro il body shaming. FOTO

i più visti
in evidenza
Caos Salah-Alessandra Ambrosio "Atti osceni in luogo pubblico"

Egitto, scoppia la polemica

Caos Salah-Alessandra Ambrosio
"Atti osceni in luogo pubblico"


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Leasys presenta CarCloud, il primo abbonamento alla mobilità

Leasys presenta CarCloud, il primo abbonamento alla mobilità


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.