A- A+
Fatti & Conti
Basta code e inutili attese: arriva il passaporto a domicilio

In collaborazione con www.professionisti.it

Grandi novità in arrivo per tutti coloro che dovranno richiedere o rinnovare un passaporto. Infatti, grazie all’accordo concluso tra il Ministero dell’Interno e Poste Italiane, dal 27 ottobre sarà possibile farsi recapitare il documento per l’espatrio direttamente a casa. La fase di sperimentazione del nuovo servizio, messa in atto in 8 comuni italiani tra cui Roma, Verona e Bari, si è conclusa con successo, e da fine ottobre sarà possibile usufruirne in tutto il Paese. Nessun cambiamento per quanto concerne la modalità di richiesta del titolo d’identità, da effettuare, come di consueto, nei commissariati di Polizia e nelle questure di zona. In queste sedi, però, unitamente alla documentazione che dovrà essere presentata per ottenere il rilascio od il rinnovo del passaporto, si potrà decidere come effettuare il ritiro dello stesso, una volta pronto. Nel caso si optasse per ricevere il documento a domicilio, dovranno essere innanzitutto comunicati gli estremi del recapito al quale inviare il passaporto. Non è necessario che la spedizione avvenga presso l’effettiva dimora del richiedente: in fase di richiesta è infatti possibile indicare un qualsiasi indirizzo dove ricevere la busta contenente il passaporto.

Verrà quindi fornito al cittadino un codice di tracciamento della spedizione, con il quale monitorare lo stato dell’invio. Codice alla mano, si potrà così consultare direttamente sul sito internet Poste.it l’esatta ubicazione del passaporto e la data di consegna stimata. La spedizione avverrà tramite posta assicurata, per garantire massima sicurezza d’invio. Nel caso il ricevente non sia disponibile al momento della consegna per siglare con la sua firma l’avvenuta ricezione del passaporto, sarà possibile ritirare il pacco presso la filiale di Poste Italiane indicata sulla ricevuta di avviso di mancato recapito presente nella casella postale. Il costo aggiuntivo richiesto per il servizio di consegna a domicilio, 8,20 euro, potrà essere saldato direttamente al momento della richiesta, o una volta recapitato a domicilio il passaporto, in contrassegno. Oltre alla questura e ai commissariati di Polizia, è possibile richiedere il documento per l’espatrio presso uno degli uffici postali abilitati, denominati “Sportello Amico”. Sul sito di Poste Italiane è disponibile l’elenco completo delle filiali autorizzate ad emettere o rinnovare il passaporto. Come accade per i comandi di zona delle forze dell’ordine, anche in questo caso sarà possibile comunicare l’indirizzo per ricevere l’invio postale del documento d’identità, con modalità e costi che non rimangono invariati.

Tags:
passaportodomiciliocode
Loading...
in vetrina
BELEN, LA FARFALLINA TORNA PIU' BELLA CHE MAI... Le foto delle Vip

BELEN, LA FARFALLINA TORNA PIU' BELLA CHE MAI... Le foto delle Vip

i più visti
in evidenza
DILETTA LEOTTA... SENZA SLIP? Guarda la foto che scalda il web

Belen, sotto il lenzuolo niente

DILETTA LEOTTA... SENZA SLIP?
Guarda la foto che scalda il web


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Transit connect, il leggero di casa Ford è un concentrato di tecnologia

Transit connect, il leggero di casa Ford è un concentrato di tecnologia


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.