A- A+
Fatti & Conti
Copyright: valido anche su Facebook?

In collaborazione con www.professionisti.it

Quesiti dal mondo digitale. Ogni giorno viaggiano in rete milioni di testi, immagini e video attraverso i social network, la nuova casa virtuale per le nostre vite. Ma diffondere contenuti non equivale a dire che tutti possano riutilizzarli a piacimento. Questa non è una regola del “galateo social”, ma un principio affermato in una recente sentenza italiana. Vediamola in dettaglio.

La vicenda
Un giovane residente nella capitale aveva postato sul proprio profilo di Facebook le foto di alcune cubiste, al lavoro nella discoteca in cui aveva trascorso la serata. Sfogliando i giornali, dopo alcuni giorni, il ragazzo trova le fotografie scattate di sua mano a corredo di un articolo. Decide di rivolgersi a un avvocato perché il giornale non gli aveva chiesto alcuna autorizzazione per utilizzare tali contenuti. La vicenda arriva alla discussione in tribunale per il mancato accordo fra le parti. Morale: la richiesta di risarcimento del ragazzo (sentenza 12976/2015 Tribunale di Roma) è stata accolta.

Entriamo nel dettaglio delle motivazioni addotte dai giudici. La sentenza ha di fatto riconosciuto il diritto d'autore sui materiali pubblicati nei social network; inoltre è stato individuato un possibile danno morale e patrimoniale per l’autore dei contenuti in questione. Nel caso particolare, il quotidiano sarà tenuto a risarcire 600 euro per ogni fotografia pubblicata; il totale è 2.400 euro. Secondo i giudici, pubblicare contenuti su Facebook non comporta in automatico che essi siano a disposizione di tutti per l'utilizzo. La proprietà rimane di chi ha creato il contenuto stesso.

Solo Facebook, si noti, potrebbe adoperare le immagini e i contenuti: l'accettazione del contratto che regola i rapporti tra social network e utenti, sottoscritto da parte di questi ultimi all’atto di iscrizione, prevede che i contenuti siano a disposizione del sito (anche se non a titolo esclusivo). Naturalmente, vista la centralità di questi spazi virtuali nelle nostre vite reali, il caso potrebbe essere applicato ad altre vicende simili. Attenzione, vicende sempre relative ai social: diverso è l’utilizzo di altri materiali in rete, molto più complesso da caso a caso. La sentenza, in conclusione, ribadisce che anche gli utenti dei social network devono rispettare le stesse norme che valgono nella vita reale, ad esempio le leggi che vietano la diffamazione, lo stalking o la diffusione di contenuti che violino le leggi statali. Pertanto, se ritenete di aver individuato un qualsiasi reato nella piazza pubblica virtuale, dovete rivolgervi alle forze dell'ordine: sono tenute a intervenire anche per i reati compiuti su Intenet, social compresi.

Tags:
copyrightfacebookprivacy

in vetrina
The Cal 2019: the presentation of Pirelli Calendar 2019 will be held in Milan

The Cal 2019: the presentation of Pirelli Calendar 2019 will be held in Milan

i più visti
in evidenza
"Dogman" candidato dell'Italia Garrone in corsa per l'Oscar 2019

Spettacoli

"Dogman" candidato dell'Italia
Garrone in corsa per l'Oscar 2019

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Il Motor Show cambia e diventa Motor Show Festival

Il Motor Show cambia e diventa Motor Show Festival

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.