A- A+
Fatti & Conti

In collaborazione con www.professionisti.it

A partire dal prossimo 2 Settembre 2013 il modello DURC cartaceo - documento unico di regolarità contributiva – sparirà, lasciando il posto alla più nuova trasmissione documentale a mezzo PEC (Posta Elettronica Certificata). A diramare la notizia è stata la CNCE – Commissione Nazionale paritetica  Casse Edili – che attraverso la nota N° 521/2013, informa INPS, INAIL e Casse Edili del fatto che non potranno più emettere il DURC in formato cartaceo in favore dell’utilizzo della posta elettronica certificata sia per ciò che riguarda le domande presentate dalle imprese sia per ciò che riguarda le successive e relative trasmissioni documentali da parte degli Enti sopra citati. Anche questa innovazione è relativa all’ormai in parte conosciuto “Decreto del Fare”, realizzato recentemente dall’attuale governo e fa riferimento alla semplificazione in materia di DURC così come è stata prevista dallo stesso decreto.

Una nota da ricordare: in special modo quando il DURC deve essere inoltrato dalle imprese per la verifica della regolarità contributiva, il decreto prevede che esse dovranno avvalersi dell’assistenza di consulenti del lavoro o altri professionisti quali Avvocati e Commercialisti, così da poter segnalare – all’atto della compilazione della domanda – non la PEC aziendale ma quella relativa al professionista di riferimento che espleterà l’iter in via telematica. Un altro motivo del coinvolgimento di tali professionisti è anche quello di mettere in grado le imprese non regolari con i versamenti contributivi di poter regolarizzare la propria posizione previo invio della documentazione. Ancora una volta quindi, la parola d’ordine è: semplificazione burocratica e attento controllo delle pratiche e delle posizioni contributive.

Vediamo un po’ più nel dettaglio alcuni criteri relativi all’argomento preso in esame: attraverso il DL 69/2013, è stata confermata in pratica l’obbligatorietà di acquisizione di ufficio dei DURC agli enti aggiudicatori e alle stazioni appaltanti. Una nota di rilievo è stata data al pagamento delle prestazioni di lavoro che si mettono in essere fra imprese subappaltatrici e imprese affidatarie. Inoltre, nei casi in cui il DURC evidenzi inadempimenti contributivi il pagamento agli enti previdenziali e alle casse edili da parte di stazioni appaltanti e enti aggiudicatori, avverrà direttamente. Sempre a partire dal 2 Settembre e con la nuova metodica di inoltro via PEC, la validità del DURC – che si ricorda parte sempre dalla data effettiva di emissione e può essere utilizzato anche per altri scopi – è stata fissata ultimamente in 120 giorni: inizialmente nel Decreto del Fare era stato deciso di prolungarne la durata dagli attuali 90 giorni a 180 giorni, prevedendo però che esso potesse essere utilizzato unicamente per gli appalti pubblici. In una successiva seduta della Camera, si è deciso di prolungare la validità a 120 giorni ma di estenderne l’utilizzo anche ai lavori privati e/o pubblici che non rientravano nella normativa che regola il DURC.

In ogni caso, le stazioni appaltanti conservano l’obbligo di richiedere il DURC ogni 120 giorni a partire dalla data di stipula del contratto così da poter pagare via via lo stato di avanzamento dei lavori (SAL). Attenzione: solo i soggetti che non hanno obbligo di posta elettronica certificata, potranno ricevere in forma cartacea la stampata del documento ricevuto in allegato all’indirizzo di posta elettronica certificata (es: documentazione trasmessa all’ENTE di riferimento attraverso un consulente del lavoro). In questi casi, sarà il “glifo”, ovvero l’elemento grafico – generato in modalità random - che contraddistingue l’ufficialità del documento e lo rende conforme all’originale.

Tags:
durcpecburocrazia
in vetrina
Temptation Island Vip 2, Anna Pettinelli lacrime: "Sto male, a Stefano piace.." Temptation Island Vip 2019 News

Temptation Island Vip 2, Anna Pettinelli lacrime: "Sto male, a Stefano piace.." Temptation Island Vip 2019 News

i più visti
in evidenza
Raffaella Fico, tacchi a spillo ... e lato B da urlo. LE FOTO

Pedron topless. Gallery delle Vip

Raffaella Fico, tacchi a spillo
... e lato B da urlo. LE FOTO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ford: svelata la nuova Puma Titanium X

Ford: svelata la nuova Puma Titanium X


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.