A- A+
Fatti & Conti

Sul Sole 24 Ore di oggi Marco Morino racconta la sfida della Concordia, ovvero il progetto tutto italiano per riuscire a disincagliare, e poi a spostare, il relitto della nave che giace all’Isola del Giglio dal gennaio del 2012. La tecnologia e l’ingegneria per ritrovare anche i due corpi ancora dispersi, ma soprattutto per evitare che si possa creare qualsiasi tipo di danno ambientale.

A 500 uomini tra tecnici, ingegneri e subacquei è affidato un compito importantissimo: riscattare l'immagine dell'Italia agli occhi del mondo. Cancellare dalla memoria collettiva la grande disfatta del 13 gennaio 2012: il naufragio della Costa Concordia. La grande nave piegata sugli scogli del Giglio e affondata per metà mentre il resto del mondo (Italia compresa) osserva incredulo la tragedia. Ora però abbiamo la possibilità di mostrare un'altra faccia dell'Italia. Con l'ingegno e l'alta tecnologia verrà portata a termine un'operazione mai concepita nella storia dei recuperi navali: il riposizionamento verticale del relitto e la successiva rimozione. Per centrare l'obiettivo e stupire il pianeta sono stati impiegati strumenti di ultima generazione che hanno permesso, dal giorno del naufragio a oggi, di controllare minuziosamente i movimenti della nave, verificare lo stato dello scafo e del fondale marino. Operazioni senza le quali una giornata come quella di ieri non sarebbe stata neppure concepibile. Un esempio su tutti: in questi mesi è stato impiegato, sotto il coordinamento della Protezione civile, un sistema sonar di ultimissima generazione in grado di rilevare con altissima risoluzione tutto ciò che è immerso fino a 500 metri di profondità. Questo strumento è stato associato a un laser scanner terrestre per il rilievo della parte emersa, in modo tale da fornire un quadro completo della situazione. Ma le eccellenze italiane non si fermano qui: Fincantieri, Trevi, la Rosetti di Ravenna, Cimolai di Udine, la toscana Gas&Heat, l'emiliana Fagioli, la spezzina Nuova Olmec hanno contribuito, a vario titolo, alla maxi operazione andata in scena, ieri, al Giglio. Il naufragio della Costa Concordia, per le circostanze nelle quali è avvenuto, ha fatto scalpore. La rotazione, la rimessa in asse e la rimozione del relitto, se tutto andrà a buon fine, faranno la storia dell'ingegneria navale. E sarà una storia scritta dagli italiani. E forse permetterà anche di ritrovare i corpi delle due persone che ancora oggi risultano disperse.

Tags:
concordiarecuperoitalia

in vetrina
Grande Fratello Vip 3: "Per Lory Del Santo porta aperta, sarà.." GF VIP 3 NEWS

Grande Fratello Vip 3: "Per Lory Del Santo porta aperta, sarà.." GF VIP 3 NEWS

i più visti
in evidenza
Il fatto della settimana Tria e Di Maio visti dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Tria e Di Maio visti dall'artista

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Scandola d’Amore si aggiudicano il 25° Rally Adriatico

Scandola d’Amore si aggiudicano il 25° Rally Adriatico

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.