A- A+
Fatti & Conti

di Guido Beltrame

renzi 1
 

«Quella della burocrazia è la madre di tutte le battaglie. Significa cambiare mentalità, tutti» questo uno dei primi annunci, rigorosamente via twitter, fatti dal nuovo Premier Matteo Renzi. Niente di nuovo, niente di innovativo, niente di non già saputo. Peccato che, almeno sino ad oggi, siano sempre e solo state parole. Ci permettiamo di ampliare il ragionamento inserendo anche la componente economica. Recentemente, un settimanale italiano, ha pubblicato un tentativo di classifica degli stipendi dei dirigenti della pubblica amministrazione. Diciamo tentato, chiariamolo subito, non perché il giornalista non sia stato capace, ma perché molte Amministrazioni non rispettano le disposizioni di legge che prevedono l’obbligo di pubblicare gli stipendi dei dirigenti. Si chiama “Amministrazione trasparente”, ma se non viene pubblicato nulla si chiama “Amministrazione presa in giro”. E allora il primo punto di un nuovo programma veramente innovativo, potrebbe essere: rimozione immediata dei dirigenti di vertice delle Amministrazioni che non si attengono alle disposizioni di legge.

Guardando l’elenco degli stipendi disponibili (ovviamente è da ritenere che siccome mancano diverse informazioni, l’elenco potrebbe essere ancora più “interessante”), e ricordandoci che Obama riceve uno stipendio intorno ai 300.000 euro, veniamo informati che: Gaetano Silvestri, Presidente Corte Costituzionale, guadagna 545.286 euro, Ugo Zampetti, Segretario generale Camera, 478.149 euro, i 13 giudici costituzionali 454.405 euro cadauno, Guido Letta (nipote di Gianni e quindi cugino dell’ex Premier Enrico…) in quanto vice segretario generale della Camera 358.642 euro. Potremmo continuare a lungo, ma non vogliamo infierire oltre. Ecco, gli stipendi di tutti questi mega manager sarebbero più che ragionevoli e meritati, se le strutture da loro guidate fossero efficienti, rispettose dei contribuenti che con le tasse pagano i loro stipendi e veramente al servizio dei cittadini e invece…

Per poter cambiare veramente radicalmente questo Paese, non basta cambiare il 65% di parlamentari, come è avvenuto nelle ultime elezioni, bisognerebbe cambiare il 65% dei dirigenti della burocrazia, gente che in tutti questi anni ha contribuito, non poco, con la propria incapacità ad affossare questo Paese. E non vogliamo arrivare a uno spoil system tipo americano dove, automaticamente, gli alti dirigenti della pubblica amministrazione dipendono dal cambio del Governo; chi ha dimostrato capacità e risultati DEVE rimanere nei ranghi della Pubblica Amministrazione è una risorsa da non disperdere, ma chi si è dimostrato incapace dovrebbe fare il favore di accomodarsi altrove; il punto, quindi, è vedere se il nuovo Governo avrà il coraggio di cambiare radicalmente, sostituendo i burocrati che gestiscono i ministeri cominciando dalla casta dei capi gabinetto.

La battaglia deve essere condotta, innanzitutto, contro i burocrati prima che contro la burocrazia, non si tratta solo di una differenza di sostantivo è proprio la battaglia che deve essere diversa! Il cambio di mentalità da parte di tutti non basta, bisogna avere il coraggio di combattere senza quartiere i parassiti che si sono insinuati nel sistema, cambiare le persone che hanno contribuito ad affossare il Paese.

Tags:
renziburocratipubblica amministrazione
Loading...
in vetrina
BELEN, LA FARFALLINA TORNA PIU' BELLA CHE MAI... Le foto delle Vip

BELEN, LA FARFALLINA TORNA PIU' BELLA CHE MAI... Le foto delle Vip

i più visti
in evidenza
DILETTA LEOTTA... SENZA SLIP? Guarda la foto che scalda il web

Belen, sotto il lenzuolo niente

DILETTA LEOTTA... SENZA SLIP?
Guarda la foto che scalda il web


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Lo sportivo GLA completa la gamma suv di casa Mercedes

Lo sportivo GLA completa la gamma suv di casa Mercedes


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.