A- A+
Fatti & Conti

Il Consiglio di Amministrazione di SACE presieduto da Giovanni Castellaneta ha approvato il progetto di bilancio d’esercizio e consolidato di SACE al 31 dicembre 2012. Nel corso del 2012, SACE ha operato in una situazione di progressivo peggioramento del quadro macroeconomico, dovuto ai problemi dei Paesi periferici dell’Eurozona e alle difficoltà degli intermediari finanziari nell’offrire liquidità alle imprese. In questo contesto particolarmente complesso per il supporto alle esportazioni, SACE è tuttavia riuscita a confermare gli obiettivi di Piano Industriale.

“Con l’esercizio 2012 si è conclusa una fase importante nella vita di SACE, che dalla trasformazione in società per azioni nel 2004 ha esteso la propria operatività da 95 a 140 paesi ed è oggi in grado di assicurare progetti in 189 mercati – hanno affermato il presidente Giovanni Castellaneta e l’amministratore delegato Alessandro Castellano –. Anche in un anno difficile come quello passato siamo rimasti al fianco di 25.000 imprese italiane, in prevalenza PMI, facilitandone l’accesso al credito e aiutandole a mitigare i rischi del processo di internazionalizzazione con un’offerta di garanzie diversificata per settore, controparte, durata e area geografica. Attraverso il supporto del nuovo azionista Cassa depositi e prestiti siamo pronti a sostenere le sfide che affronteranno le nostre imprese sui mercati internazionali. Siamo certi che, in questo contesto, il sistema Export Banca assumerà un ruolo sempre più cruciale nel migliorare la competitività complessiva del Sistema Italia, sia in termini di export che di investimenti all’estero”.

SACE ha chiuso l’esercizio 2012 con un utile netto di € 255,1 milioni, in aumento del 38,6% rispetto all’anno precedente. Il risultato è principalmente attribuibile:
· alla buona tenuta dei premi lordi, che nonostante il difficile contesto economico si sono assestati a € 299,3 milioni (-11%) a fronte di impegni assicurativi deliberati pari a € 8,52 miliardi (-18%);
· all’aumento dei sinistri (€ 197,4 milioni contro i 55,1 milioni del 2011), dovuto soprattutto agli indennizzi corrisposti alle aziende italiane per esportazioni in Iran, dove le sanzioni internazionali hanno determinato crescenti difficoltà al rimborso dei prestiti;
· al contributo della gestione finanziaria, positivo per € 392,3 milioni (era stato negativo per € 115,1 milioni nel 2011), sul quale hanno influito le rivalutazioni riferibili ai titoli governativi europei.

Nel 2012 SACE, in partnership con Cassa depositi e prestiti e il sistema bancario, ha garantito € 3,2 miliardi di finanziamenti nell’ambito del sistema Export Banca, supportando esportazioni e attività di internazionalizzazione di imprese italiane per € 5,2 miliardi. E’ stata inoltre rafforzata la collaborazione con la Banca Europea degli Investimenti, garantendo € 1,9 miliardi di finanziamenti destinati in prevalenza a progetti infrastrutturali e attività di ricerca e sviluppo.

Tags:
sacecastellanetabilancio
in vetrina
Mara Carfagna incanta in nero alla cena di Stato con Xi Jinping. FOTO

Mara Carfagna incanta in nero alla cena di Stato con Xi Jinping. FOTO

i più visti
in evidenza
"Donne con ragazzini? Dominio e manipolazione"

Il caso di Prato/ Intervista alla psicologa Vera Slepoj

"Donne con ragazzini?
Dominio e manipolazione"


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
SEAT Leon FR ST, disponibile con il nuovo 2.0 TDI 150 CV 4Drive DSG

SEAT Leon FR ST, disponibile con il nuovo 2.0 TDI 150 CV 4Drive DSG


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.