A- A+
Green
Ambiente, M5S: in Pianura Padana ozono oltre la soglia. Salute a rischio

“Da una settimana in Pianura Padana si è superata la soglia informativa sull’ozono ai sensi dell’art.14 del Decreto Legislativo 13 agosto 2010, n. 155, cioè il limite di 180 microgrammi per metro cubo come media calcolata per 8 ore consecutive. Che vuol dire? Innanzitutto non si è mai verificato prima questo fenomeno con tali proporzioni e gravità. Si tratta infatti dei livelli di ozono troposferico, cioè dello strato basso dell’atmosfera, quello insomma tossico per la salute e non quello “atmosferico” che ci protegge dai raggi Uv. Possono subirne gli effetti, in particolare, bambini, anziani, malati. In alcune zone poi, in questi giorni è stata superata anche la soglia di allarme di 240 microgrammi e equivale a dire che il rischio si estende a tutta la popolazione”. Lo afferma il deputato del MoVimento 5 Stelle nelle commissioni Ambiente ed Ecomafie Alberto Zolezzi, medico pneumologo.  

“Ricordo che ci sono anche concentrazioni obiettivo da non superare: 120 microgrammi per metro cubo. L’anno scorso a Mantova per esempio si è superata la soglia obiettivo per 80 giorni e per 100 giorni non sovrapposti all’ozono quella del Pm2.5, le pericolose polveri ultrasottili. Quindi per 180 giorni i cittadini hanno respirato aria tossica e quest’anno si vedono addirittura valori di allarme immediato per tutti. 

Questi dati impongono scelte e attenzione. Il governo ha appena messo nel decreto crescita il credito fiscale per il risparmio energetico degli edifici (che vale il 20% delle emissioni totali e 7,2 miliardi in esternalità secondo lo studio Ecba). 

“In Pianura Padana - riprende - va valutata con attenzione ogni emissione: per questo il MoVimento 5 Stelle spinge da sempre per il potenziamento del trasporto pubblico, il raddoppio dei binari e nuovi mezzi pubblici ecologici. In queste condizioni di allarme sanitario e ambientale, ogni emissione va valutata, da quelle di nuovo autostrade e veicoli privati a quelle degli impianti a biomasse e biogas speculativi (con filiera non aziendale). In queste condizioni anche il metano ha un impatto da scongiurare dal momento che ha 'potere serra' 40 volte superiore alla CO2, così come vanni ripensate l’agricoltura, l’allevamento intensivo ed eliminato l’incenerimento dei rifiuti. 

Sullo sforamento delle soglie di guardia dell’ozono i sindaci possono intervenire come per il Pm10, con ordinanze contingibili e urgenti, e nel caso di interessamento delle Arpa possono intervenire anche le Regioni. Intanto in Parlamento e con i vari ministeri siamo al lavoro per ridurre le emissioni in modo da tutelare effettivamente salute ed ecosistemi" conclude.

Commenti
    Tags:
    pm10
    Loading...
    in evidenza
    Chiara Ferragni senza reggiseno Nude look intrigante. Le foto

    Belen, Giulia de Lellis e... Gallery

    Chiara Ferragni senza reggiseno
    Nude look intrigante. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    X Factor 2019, Achille Lauro: "Su Anastasio ho sbagliato. Mara Maionchi non mi ascolti più"

    X Factor 2019, Achille Lauro: "Su Anastasio ho sbagliato. Mara Maionchi non mi ascolti più"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Al Salone Auto e Moto d’Epoca 2019, la prima volta di Seat

    Al Salone Auto e Moto d’Epoca 2019, la prima volta di Seat


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.