Pisa, 10 giu. (AdnKronos) - La direttiva Ue sulla plastica monouso, "così come disegnata, è piuttosto punitiva per l’industria italiana, che produce circa il 60% del monouso europeo, e non tiene conto della possibilità delle cosiddette bioplastiche". Così Antonello Ciotti, presidente di Corepla, all’AdnKronos sulla direttiva che mette al bando dal 2021 oggetti in plastica monouso come piatti, posate e cannucce.La norma, continua Ciotti, "è stata scritta molto velocemente, approvata sull’onda di questa campagna antiplastica" e "lascia aperti numerosi punti interrogativi. Così come è scritta è una direttiva più ideologica che tecnologica, nel senso che non viene valutato l’effettivo impatto della riduzione del monouso. Dobbiamo passare da un confronto ideologico ad un confronto tecnologico altrimenti troviamo soluzioni sbagliate".

in vetrina
Elodie e Marracash, bacio appassionato. E il commento di Belen...

Elodie e Marracash, bacio appassionato. E il commento di Belen...

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

motori
BMW passa alla trazione anteriore per la ringiovanita Serie 1

BMW passa alla trazione anteriore per la ringiovanita Serie 1



RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.