A- A+
Immobiliare
Barometro CRIF: prestiti in crescita nel primo semestre 2019

Aumentano i prestiti, diminuiscono i mutui. Questa la tendenza emersa dalle interrogazioni registrate nel primo semestre del 2019 sul Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF, riguardo le richieste di credito in Italia. Come riportato da un articolo di Immobiliare.it, le richieste di prestiti sono cresciute dell’8,1%, mentre quelle di mutui e surroghe sono calate del 9,4% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Da quando il Barometro CRIF ha iniziato a rilevarne l’andamento, il volume di richieste di prestiti non è mai stato così alto. È un trend che investe tutti i comparti: dai prestiti finalizzati, che hanno visto un incremento del 9,8%, a quelli personali, cresciuti del 6%. Non solo viene richiesto un maggior numero di prestiti, ma anche somme più elevate: nel primo semestre del 2019 l’importo medio è stato di 9.890 euro, l’1,3% in più rispetto allo scorso anno e, in generale, il valore più alto negli ultimi dieci anni. Più nel dettaglio, il trend positivo ha riguardato in particolare i prestiti finalizzati, con una media di 7.186 euro nelle richieste; quelli personali hanno fatto registrare un leggero calo (-1,7%) e si sono stabilizzati su una cifra media di 12.988 euro.

Rimangono invece indietro i mutui e le surroghe, che hanno subito un rallentamento dopo un lungo periodo di crescita sostenuta: nel mese di giugno si è addirittura toccato un -11,6%. A diminuire sono sia le richieste per i nuovi mutui d’acquisto, sia quelle per le surroghe. Si conferma però il trend positivo per il valore dell’importo medio richiesto, che si attesta a 129.383 euro, con una crescita del 2,6% rispetto allo stesso semestre del 2018.

“Il primo semestre dell’anno si è chiuso con una fotografia a luci e ombre – ha commentato Simone Capecchi, Executive Director di CRIF - con il comparto dei prestiti che ha evidenziato un dato estremamente positivo sia per numero di richieste presentate dalle famiglie sia per importo medio, mentre la componente dei mutui ha fatto segnare una battuta d’arresto dovuta al ridimensionamento delle surroghe cui si accompagna una leggera flessione dei finanziamenti per l’acquisto della casa. Al contempo va sottolineato come il credito alle famiglie stia evidenziando una costante diminuzione della rischiosità, con il tasso di default a 90 giorni che nell’ultima rilevazione si è attestato all’1,7% per i prestiti e all’1,3% per i mutui, valori ai minimi storici. Questo aspetto, unitamente all’atteso miglioramento delle condizioni finanziarie delle famiglie, lascia ipotizzare che le condizioni di offerta rimarranno distese anche nei prossimi mesi favorendo un aumentare del ricorso al credito”.

Commenti
    Tags:
    case
    Loading...
    in evidenza
    Pellegrini, tra nuoto, tv e moda Tutti i look della Divina. Le foto

    Abiti e bozzetti originali (disegnati su indicazione di Fede)

    Pellegrini, tra nuoto, tv e moda
    Tutti i look della Divina. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    "Santelli sexy se non l'ha data a Silvio. Borgonzoni? Molto figa"

    "Santelli sexy se non l'ha data a Silvio. Borgonzoni? Molto figa"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nissan LEAF NISMO RC debutta in Europa

    Nissan LEAF NISMO RC debutta in Europa


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.