A- A+
Immobiliare
Risparmio energetico: quale agevolazione conviene di più?

Agevolazioni, sì, ma quali scegliere? Quando si effettuano dei lavori di ristrutturazione e risparmio energetico nella propria abitazione o nel condominio in cui si vive, possono essere previste delle facilitazioni per alcuni particolari interventi. Come riportato da un articolo di Immobiliare.it, occorre valutare bene le opzioni: cosa conviene di più tra sconto sul prezzo e cessione del credito di imposta?

Prima di tutto, bisogna capire se gli interventi decisi sono compresi tra quelli agevolati dal Fisco. Le categorie interessate sono quattro e si riferiscono a:

  • interventi sul risparmio energetico qualificato, finalizzati all’ecobonus, sia su spazi comuni che sulla propria abitazione, detraibili dal 50 al 75%;
  • misure antisismiche su parti comuni di edifici condominiali, che permettano di ottenere una riduzione di 1 o 2 classi di rischio e che siano detraibili dal 75% all’85%;
  • misure antisismiche combinate con la riqualificazione energetica, detraibili dall’80% all’85%;
  • acquisto da imprese di unità immobiliari demolite e ricostruite, detraibili dal 75% all’85%.

Per quanto riguarda i lavori per il risparmio energetico non qualificato detraibili al 50%, è possibile solo la cessione del credito. Al contrario, è previsto solo lo sconto per le misure antisismiche su costruzioni adibite a uso abitativo o produttivo, detraibili al 50%, 70% o 80%.

Come fare la scelta giusta

È importante ragionare sui casi reali. A prima vista, ad esempio, potrebbe sembrare più conveniente lo sconto, che per legge deve essere pari all’ammontare della detrazione, mentre il corrispettivo della cessione potrebbe essere inferiore. Il problema, però, è che questo apparente vantaggio potrebbe essere azzerato se il fornitore decidesse di aumentare il prezzo di partenza. è quindi una buona strategia confrontare tutte le proposte degli operatori che si trovano sul mercato.

Il secondo step è capire nel concreto chi eseguirà i lavori: una grande azienda potrebbe, ad esempio, subappaltare la ristrutturazione a imprese minori in modo da aumentare i guadagni, nonostante lo sconto.

Infine, si può valutare la possibilità di cedere il credito di imposta a privati. Il più delle volte, infatti, l’impresa preferisce non accettare questa forma di agevolazione, che la porta, di fatto, a rivestire il ruolo di banca per il proprio cliente. Ci sono però altri soggetti ai quali può essere destinato: se il proprietario dell’immobile è un contribuente incapiente, la detrazione può essere acquistata da un familiare, oltre che da una banca, per evitare dispersioni del credito. Anche quando non c’è una situazione di incapienza si può cedere il bonus a un altro soggetto privato, legato in qualche modo al rapporto che ha generato l’agevolazione, come un altro condomino o il cointestatario dell’abitazione.

Commenti
    Tags:
    case
    Loading...
    in evidenza
    CAST, c'è la sensuale Paola Nove nomi per la Casa. Gallery

    GRANDE FRATELLO VIP NEWS

    CAST, c'è la sensuale Paola
    Nove nomi per la Casa. Gallery

    i più visti
    in vetrina
    Inter fuori dalla Champions League: i social in tackle su Conte e i nerazzurri

    Inter fuori dalla Champions League: i social in tackle su Conte e i nerazzurri


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    La “Coscienza” di ACI per la Cultura della Guida #GUIDACONCOSCIENZA

    La “Coscienza” di ACI per la Cultura della Guida #GUIDACONCOSCIENZA


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.