Rpma, 7 ago. (Labitalia) - "Il sindacato autonomo della scuola Anief plaude al via libera definitivo dell’Aula di Palazzo Madama all’emendamento LeU e invita i precari a difendere il provvedimento manifestando in piazza l'11 settembre, giorno di ripresa dei lavori nell’altro ramo del Parlamento, in occasione del primo stop dei lavoratori del nuovo anno scolastico". Così una nota di Anief Cisal."In questo modo, i precari abilitati all’insegnamento, tutti già selezionati e formati all’uopo, verrebbero assorbiti gradualmente nei ruoli dello Stato, al fine di andare a collocarsi sugli oltre 100 mila posti vacanti che ogni anno vengono quasi sempre assegnati ad un nuovo supplente minando così la continuità didattica e l’organizzazione scolastico-amministrativa", sottolinea. "La norma salva-precari, inoltre, risulta fondamentale per superare la pessima decisione presa con il decreto Dignità di portare al licenziamento 50 mila maestri con diploma magistrale, di cui 7 mila già assunti, all’isolamento di altri 100 mila docenti abilitati e all’introduzione di un concorso straordinario per 12 mila posti pure discriminante", prosegue la nota.Per Marcello Pacifico (Anief-Cisal), "sinora, le due Camere dei deputati non hanno colto l’opportunità fornita dal Consiglio dei ministri di congelare per 120 giorni l’effetto dell’Adunanza plenaria del dicembre 2017". "Ecco perché -spiega Pacifico- diventa fondamentale l’appuntamento che ha la Camera con il decreto Milleproroghe: per questo motivo, abbiamo organizzato, per il giorno di avvio dell’esame del decreto a Montecitorio, una giornata di manifestazioni di piazza, in coincidenza del primo sciopero del nuovo anno scolastico"."Vogliamo sensibilizzare gli onorevoli a non rivedere quanto stabilito dai colleghi del Senato -sottolinea Pacifico- in modo da salvare i precari abilitati all’insegnamento dalle supplenze a vita e la scuola italiana da sicuro caos che ne deriverebbe qualora si desse invece effetto alla sentenza del Consiglio di Stato, con cui si intendono svuotare le GaE non assumendo in ruolo chi c’è dentro o per confermare i 7 mila maestri assunti con anno di prova svolto, ma per far ritornare i precari di lungo corso nelle graduatorie d’istituto, dove potranno svolgere supplenze di breve durata in non più di 15-20 istituti"."Creando in tal modo uno degli scompensi più grandi che si siano mai avuti nelle nostre scuole pubbliche, le quali si ritroverebbero a caccia di docenti, con quelli già scelti e formati messi ai margini, costretti a non lavorare, stavolta pure per colpa del legislatore", conclude Pacifico.

in evidenza
Ronaldo sposa Georgina Ecco l'anello di CR7 e poi...

Juventus News

Ronaldo sposa Georgina
Ecco l'anello di CR7 e poi...

in vetrina
Victoria's Secret, terremoto ai vertici. Lascia la ceo Jan Singer

Victoria's Secret, terremoto ai vertici. Lascia la ceo Jan Singer

motori
Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Tim, Altavilla vince ma non convince.Spiraglio per il ripensamento di Gubitosi
di Angelo Maria Perrino
Grecia, umiliazione eurocratica. Il culmine dell'oltraggio alla nostra civiltà
di Di Diego Fusaro
Alimentarsi bene per stare in forma
di Barbara Cappelli

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

I sondaggi di AI

La manovra farà crescere il Pil dell'1,5% nel 2019 come indicato dal governo M5S-Lega?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.