Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Cochlear, un film per raccontare che la sordità si può curare

14 luglio 2017- 14:39
Roma, 14 lug. (Labitalia) - Si chiamano impianti cocleari e si utilizzano per il trattamento dell'ipoacusia moderata o profonda. Un problema che affligge persone di qualsiasi età, spesso anche bambini, e non sempre di facile approccio per le famiglie. Per questo, l'azienda Cochlear Limited, leader mondiale per soluzioni acustiche impiantabili, che ha 'curato' 450.000 persone in più di 100 nazioni, ha deciso di comunicare in modo originale e innovativo per far conoscere questi apparecchi ma, soprattutto, per far capire che quella della sordità profonda è una difficoltà che si può affrontare, permettendo a tutti di avere una vita quasi normale.Così, ha deciso di dare il proprio sostegno alla produzione del film 'Dentro il silenzio', un lungometraggio nato da un'idea di Antonio della Volpe e Lucio Allegretti, per la regia di Pino Sondelli, con Stefano Moffa e Stefania De Francesco come attori protagonisti. Un film tratto da una storia vera, quella di due genitori che si accorgono che i loro gemellini sono affetti da una sordità profonda e che, dopo un lungo travaglio, arrivano nel 'posto giusto': l'Uosd di Chirurgia protesica della sordità infantile del Santobono-Pausilipon di Napoli, Centro di riferimento regionale per gli impianti cocleari in età pediatrica.'Dentro il silenzio' vuole essere, quindi, uno strumento utile per far conoscere alle famiglie una possibile alternativa a quello che, altrimenti, può essere vissuto come un dramma senza lieto fine.E Cochlear Limited ha anche accolto con entusiasmo la recente risoluzione dell’Assemblea mondiale della Sanità (Ams) - ente superiore dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) - che approva un piano d’azione a favore della salute dell’udito e riconosce i vantaggi della prevenzione, dell’intervento e del trattamento dell’ipoacusia a livello mondiale, affermando la necessità di adottare provvedimenti concreti per gestire al meglio l’aumento considerevole dell’ipoacusia, a partire dalla diffusione della conoscenza, da programmi di screening dell’udito in determinate fasi della vita, fino ad arrivare a un accesso più semplice alle tecnologie assistive per l’udito, quali impianti cocleari, per coloro che le necessitano. Secondo stime dell'Oms, infatti, oltre 360 milioni di persone, più del 5% della popolazione mondiale, vivono con una ipoacusia invalidante, di cui 32 milioni sono bambini. Con l’aumento dei tassi di incidenza, le stime recenti del costo generale dell'ipoacusia non trattata si attestano a 750 miliardi di dollari l’anno. “Questa risoluzione - ha affermato Chris Smith, Ceo e presidente Cochlear - dà speranza alle persone con ipoacusia invalidante, senza distinzione di età o provenienza. In alcuni paesi i bambini con ipoacusia non hanno accesso all’istruzione. Gli adulti con ipoacusia non riescono a trovare lavoro o a esprimere il loro potenziale, e i più anziani si scontrano con gravi problemi di salute quando l’ipoacusia non è trattata”. “Ormai è deciso: la sordità e l’ipoacusia sono state riconosciute come grave problema di salute pubblica e l’organo legislativo della salute mondiale ha affermato che è giunto il momento di agire. La mission di Cochlear consiste nel migliorare la vita di persone con ipoacusia e, in qualità di azienda specializzata nella salute uditiva, diamo il nostro contributo insieme ad altri stakeholder per arginare questo problema sanitario generale. Questa risoluzione rappresenta un importante traguardo e, se applicata, può alleviare l’enorme fardello che grava su milioni di persone e su molte società”, ha concluso.

In Vetrina

Grande Fratello Vip 2: doccia hot di Cecilia Rodriguez, scuse di Ilary Blasi

In evidenza

Harry e Meghan: è ufficiale Debutto mano nella mano
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Motori

Paul Magès l’inventore dei fari girevoli

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it