Pechino, 15 mar. (Labitalia) - "Sono favorevole alla 'Via della seta' attraverso un avvicinamento commerciale alla Cina con i canali di trasporti; come sono a favore di tutti gli altri processi di miglioramento delle infrastrutture nel nostro Paese, altrimenti rapidamente tornerà al Medioevo". Lo dice, in un'intervista all'Adnkronos/Labitalia, Alessandra Guffanti, direttore commerciale Guffanti Concept, vicepresidente giovani imprenditori Assolombarda ed ex presidente giovani imprenditori Sistema moda Italia, con alle spalle un'esperienza, come imprenditrice, nel mercato cinese. "Il tema 'Via della seta' - spiega - è sempre legato alle infrastrutture, dunque la possibilità di avere collegamenti più veloci basati su meccanismi molto più stabili, che è la base per una crescita di uno scambio commerciale. Questo ovviamente migliorerà l'import dalla Cina, ma altrettanto il nostro export". "Il made in Italy - ricorda Guffanti - rappresenta un valore per il cliente cinese che, proprio per questo motivo, considera il made in Italy uno standard sempre e doverosamente altissimo. Pertanto, è inaccettabile, per il consumatore cinese, avere prodotti made in Italy che siano belli ma, probabilmente per motivi anche di prezzo, di qualità più commerciale. Il percepito corrisponde sempre a un prodotto di lusso con un'unicità e un valore irripetibile all'interno del loro mercato"."L'ingresso nel mercato cinese - sottolinea - rappresenta una sfida con un costo elevato per tutte le aziende: in primis, la gestione del marchio che deve essere correttamente registrato e conforme alle loro normative, altrimenti si incorre in facili azioni di frode che depauperano qualunque iniziativa verso quel Paese. Nonostante ci sia una 'Via della seta' fisica, non esiste una via della comunicazione facile, perché i loro sistemi di comunicazione social non sono gli stessi nostri e pertanto le aziende devono affrontare investimenti di minimo 40mila euro l'anno per attivare tutti i propri canali in cinese, con costante mantenimento; dunque un costo molto elevato"."La parte dell'e-commerce poi - aggiunge - necessita di tutti questi vincoli: un'accurata registrazione dei marchi, con relative procedure, in termini di costi e tempi significativi, e una parte di gestione della produzione secondo tempistiche abbastanza speciali e non ovvie da seguire"."Non possiamo pensare - avverte l'imprenditrice - che una via fisica sia la soluzione all'interno dell'intermediazione, perché di fatto i nostri prodotti già oggi possono arrivare in quel Paese; rimane, però, il tema della libertà di ingresso attraverso barriere che non sono doganali, ma sono di fatto limitanti all'ingresso commerciale all'interno della Cina".

in evidenza
"Vita in Diretta, misura colma" L'Ad Salini sul piede di guerra

MediaTech

"Vita in Diretta, misura colma"
L'Ad Salini sul piede di guerra

in vetrina
Fabrizio Corona, le prime immagini dal carcere. FOTO

Fabrizio Corona, le prime immagini dal carcere. FOTO

motori
Opel Corsa-e: l’elettrica che si carica in modo veloce e semplice

Opel Corsa-e: l’elettrica che si carica in modo veloce e semplice

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Timelesness. Old masters and contemporary art. Firenze Borgo SS Apostoli
di Paolo Brambilla - Trendiest
Laura Boldrini conferma: le sinistra fucsia vogliono la dittatura dei mercati
di Diego Fusaro
Rai, Carlo Freccero non se ne vuole andare. Ma il Pd insiste
di Klaus Davi

I sondaggi di AI

Matteo Renzi lascia il Pd, ha fatto bene l'ex premier?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.