Roma, 22 mag. (Labitalia) - "Le pmi sono certamente un elemento importante e centrale della nostra economia, ma non si può non evidenziare che hanno un forte ritardo ad esempio su Ict e innovazione. E quindi servirebbero appunto azioni sull'innovazione, su un management più efficace, e con una struttura più forte". Così l'economista Pietro Reichlin commenta, con Adnkronos/Labitalia, l'appello in vista delle elezioni europee lanciato, in un'intervista nei giorni scorsi ad Adnkronos/Labitalia, dal presidente dei giovani imprenditori di Confapi, Jonathan Morello Ritter, secondo cui le istituzioni europee che usciranno dalle elezioni del prossimo 26 maggio dovranno dare "una programmazione decisa, veloce ed equa con priorità ai temi quali infrastrutture, ambiente ed energia, perché le imprese, soprattutto le piccole imprese, siano indirizzate ad investire in maniera corretta nei settori giusti". Per Reichlin, "la crescita delle pmi può avvenire anche grazie a bandi per aumentare la struttura industriale di queste aziende" e "le piccole e medie imprese italiane sono sì importanti, ma anche se sono tante le eccellenze troviamo dei 'ritardi' importanti in media nelle pmi italiane". E secondo l'economista gli ultimi dati Istat diffusi oggi sulle previsioni economiche per il nostro Paese per il 2019 "dicono che le previsioni non erano sbagliate: il Paese è in un quadro di stagnazione, la disoccupazione torna a salire, i consumi sono fermi e questo vuol dire che le misure del governo come il reddito di cittadinanza e quota 100 non hanno avuto nessun effetto. E quindi il governo dovrebbe ammettere che sono sbagliate e tornare indietro". Secondo il docente di Economia della Luiss di Roma, "si confermano tutti i dati già anticipati dalla maggior parte degli analisti, e adesso il governo dovrà decidere cosa fare, anche perché nel Def ci sono degli impegni che andranno rispettati con l'aumento dell'Iva e questo non comporterà certo effetti benefici per il Paese". Secondo l'economista, il governo Conte "dovrebbe innanzitutto rendersi conto che le misure come il reddito di cittadinanza, quota 100 e la finta flat tax hanno aumentato solo la spesa e i trasferimenti e non di certo i consumi come si sperava". "E, quindi, visto che anche il ministero dell'Economia li definisce provvisori, si dovrebbe prendere atto che non vanno bene e accantonarle", avverte. In questo modo, conclude, "se proprio si deve fare del deficit, lo si potrebbe utilizzare per gli investimenti e la crescita, per fare ripartire davvero il Paese".

in evidenza
Heidi Klum, Taylor Mega e poi... Tutti i topless da urlo (e non solo)

Belen, Diletta Leotta e... GALLERY

Heidi Klum, Taylor Mega e poi...
Tutti i topless da urlo (e non solo)

in vetrina
LADY GAGA E BRADLEY COOPER: LA VENDETTA DI IRINA SHAYK! LADY GAGA NEWS

LADY GAGA E BRADLEY COOPER: LA VENDETTA DI IRINA SHAYK! LADY GAGA NEWS

motori
Nuova Astra debutta in anteprima mondiale a Francoforte 2019

Nuova Astra debutta in anteprima mondiale a Francoforte 2019

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Governo, ma quale Fico? Cinquestelle compatti e fermi su un Conte Bis
di Angelo Maria Perrino
Business Roundtable promuove negli Usa una nuova visione aziendale
di Paolo Brambilla - Trendiest
Alternanza sinistra fucsia-destra, Conte rassicura i manichini della finanza
di Diego Fusaro

I sondaggi di AI

Dopo la caduta dell'esecutivo 5 Stelle-Lega, meglio un governo Pd-M5S-LeU o le elezioni anticipate?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.