Roma, 18 lug. (Labitalia) - In un momento in cui cresce l’attenzione di persone, istituzioni e aziende verso la sostenibilità ambientale e sociale e i migliori talenti sul mercato considerano cultura aziendale e responsabilità sociale d’impresa (Csr) elementi sempre più importanti nella scelta del datore di lavoro, le performance economiche di un’impresa non possono più prescindere dall’attenzione a questi temi. Allo stesso tempo, però, non è possibile raggiungere obiettivi socio-ambientali senza valutazioni economiche ben ponderate e responsabili. È con questo spirito che Randstad presenta il suo Report integrato 'Connessioni', un’innovazione nel settore delle agenzie per il lavoro, con cui il secondo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane mostra in modo trasparente e sintetico come strategia, governance, gestione dei rischi, attenzione alla sostenibilità ambientale e sociale e modello di business di un’organizzazione siano coerentemente connessi per creare valore nel breve, medio e lungo termine.“Abbiamo iniziato questo percorso - spiega Marco Ceresa, amministratore delegato Randstad Italia - perché crediamo che una parte del valore creato dall’azienda non possa essere racchiuso esclusivamente nelle performance economico-finanziarie. È necessario indirizzare il lavoro aziendale verso un nuovo modo di pensare che integri sostenibilità economica, sociale e ambientale, con un messaggio unico e coerente, in grado di raggiungere ogni tipo di interlocutore. Il Report integrato, dove per la prima volta la sostenibilità è integrata nella strategia del Gruppo, racconta in modo trasparente le connessioni fra le diverse linee strategiche e i risultati raggiunti, evidenziando le tematiche materiali, gli stakeholder coinvolti e la gestione dei rischi specifici che influiscono sulla capacità dell’organizzazione di creare valore”.Nel 2017, sono stati attivati oltre 270mila contratti (il doppio rispetto all’anno precedente), per un totale di quasi 108mila lavoratori somministrati (erano 61.100 nel 2016); sono state assunte 389 nuove risorse, di cui il 65% sotto i 30 anni, che hanno portato a 2.195 il numero dei dipendenti diretti (+700 sul 2016) delle oltre 300 filiali Randstad sparse sul territorio italiano. Ma a questi numeri di business si affiancano altre cifre, che testimoniano l’impegno di Randstad nei confronti del territorio, della società, dei giovani, dei dipendenti e dell’ambiente: 438.227 euro erogati per l’asilo nido dei figli dei dipendenti, 66.300 ore di formazione offerta ai dipendenti, 400 scuole superiori, 70.000 ragazzi incontrati per azioni di orientamento al lavoro e 1.100 tirocini in alternanza scuola-lavoro offerti dalla divisione Youth@Work, 263 richiedenti asilo politico e 222 stranieri soggiornanti da lungo periodo formati fra Milano e Torino con il progetto Without Borders, 80% di presenza femminile in azienda e il 100% dell’energia elettrica consumata proveniente da fonti rinnovabili. La 'mission' di Randstad è sostenere le persone e le organizzazioni nella realizzazione del loro potenziale, portare al successo candidati e aziende attraverso l’innovazione tecnologica, il miglioramento dei servizi e dei processi, mantenendo le persone al centro di ogni processo. Il contributo di Randstad alla società è dunque aiutare le persone a trovare il lavoro giusto e realizzare la perfetta corrispondenza fra le competenze e le aspirazioni dei candidati e le esigenze delle aziende, migliorando la qualità di vita dei lavoratori e aiutando le imprese a raggiungere gli obiettivi di business.Ciò si ottiene con processi rigorosi, come testimonia l’ottenimento di numerose certificazioni, la Iso 9001 e la SA 8000 (la seconda applicata da Randstad Italia Spa sia per i lavoratori fissi che per i lavoratori somministrati), sviluppando così un Sistema di gestione integrato (Sgi) Qualità e Responsabilità Sociale.Inoltre, nel giugno 2011 Randstad ha ottenuto la certificazione Geeis (Gender Equality European & International Standard), prima azienda nel settore delle risorse umane a vedere riconosciuto il suo impegno nell’offrire 'pari opportunità' a uomini e donne all’interno dei processi decisionali aziendali. In campo ambientale, invece, nel 2016 Randstad Italia ha ottenuto la certificazione ambientale Iso 14001.Alle certificazioni si affianca un rigore della condotta aziendale che trova nel Codice Etico, la raccolta di principi e regole che ispirano e guidano i comportamenti quotidiani, nel sistema di controllo interno e di gestione dei rischi, nel Modello di organizzazione e gestione (Mog) e nell’insieme delle policies aziendali, validi strumenti per garantire l’aderenza a quei principi che contraddistinguono l’azienda: onestà, legalità, trasparenza, responsabilità verso la collettività e rispetto dell’ambiente.

in evidenza
Gf Vip 3, Silvia Provvedi in Casa Caos, la regia la riprende mentre...

Grande Fratello Vip News

Gf Vip 3, Silvia Provvedi in Casa
Caos, la regia la riprende mentre...

in vetrina
Alessandro Cattelan porta EPCC a teatro: Ratajkowski, Chiara Ferragni e... ECCO I SUPER-OSPITI

Alessandro Cattelan porta EPCC a teatro: Ratajkowski, Chiara Ferragni e... ECCO I SUPER-OSPITI

motori
Peugeot svela le nuove 508 e 3008 Plug-In Hybrid

Peugeot svela le nuove 508 e 3008 Plug-In Hybrid

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Decreto sicurezza, il governo del Cambiamento c’è
di Angelo Maria Perrino
Il governo detta la linea. E' giusta la diatriba tra tecnici e ministri
di Maurizio de Caro
'Italiani poveri via dalla Germania'. Eccola l'Unione europea dei capitali
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

I sondaggi di AI

Se domenica prossima ci fossero le elezioni politiche, chi voteresti?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.