Roma, 8 nov. (Labitalia) - Un’annata che non ha risparmiato fatiche e sorprese in questa vendemmia 2017. In tutta Italia, infatti, le avversità climatiche hanno influito soprattutto sulla quantità di uve arrivate a maturazione, registrando un forte calo produttivo. A Roccafiore, tra i filari che abbracciano le colline di Todi, in Umbria, si traccia in questi giorni un bilancio della vendemmia 2017 che, come nel resto del Paese, ha avuto momenti complicati. A Roccafiore sono, infatti, state raccolte uve sanissime ma ghiaccio e siccità hanno portato a un calo di oltre il 50% della produzione, che nei mosti tocca addirittura il 60%. “Sarà un anno che ricorderemo - commenta Luca Baccarelli, della Cantina Roccafiore - soprattutto per la gelata tardiva di aprile a cui è seguita è un’estate siccitosa. Sbalzi climatici che hanno anticipato di molto la vendemmia, da noi conclusa a fine agosto”. Una situazione particolare, che ha comportato un Ph molto basso delle uve, garantendo però un’ottima acidità ai vini. “In compenso prosegue Baccarelli - il clima del 2017 non ha reso necessario attuare troppi trattamenti in vigna, fattore che ha determinato un minimo utilizzo di zolfo e rame. Un’annata che, per la sua particolare avversità, ci ha portato a sperimentare tanto, in modo da avere basi molto diverse e versatili su cui lavorare. Questo è stato di certo difficile e sfidante, ma anche stimolante e ci garantisce un bel ventaglio di opzioni per mantenere elevati standard qualitativi anche in un’annata difficile”, continua Baccarelli.Note positive arrivano, infatti, dai primi risultati in cantina, dove si segue passo passo l’evoluzione dei vini: “Ora che i bianchi e i rosati sono fermentati, e i rossi sono in via di sviluppo, possiamo dire che comunque il 2017 riserverà delle belle sorprese - sottolinea Baccarelli - soprattutto i rosati promettono molto bene, denotando già ora grandi potenzialità che ci rendono ottimisti per l’alta qualità dell’intera produzione”. Una vendemmia, quella del 2017, molto particolare, che ha ricordato sia ai produttori che ai consumatori quanto il clima possa influire con le produzioni agroalimentari: “La natura ogni tanto ama ricordarci che l’ultima parola non spetta a noi: noi possiamo solo rispettarla e interpretarla al meglio delle nostre possibilità”, conclude Luca Baccarelli.

in evidenza
Uomini pazzi per kajal e barber Makeup, su l'export. Ma la Cina...

Costume

Uomini pazzi per kajal e barber
Makeup, su l'export. Ma la Cina...

in vetrina
Mara Carfagna incanta in nero alla cena di Stato con Xi Jinping. FOTO

Mara Carfagna incanta in nero alla cena di Stato con Xi Jinping. FOTO

motori
SEAT Leon FR ST, disponibile con il nuovo 2.0 TDI 150 CV 4Drive DSG

SEAT Leon FR ST, disponibile con il nuovo 2.0 TDI 150 CV 4Drive DSG

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Il MoU con la Cina svende la solidarietà Occidentale nei rapporti con Pechino
di Corrado De Rinaldis Saponaro
Milano-Bari. Hyperbus: 20 creativi in viaggio per 20 progetti innovativi
di Paolo Brambilla - Trendiest
Sala e la bandiera europea? "La servitù volontaria" di La Boétie
di Diego Fusaro

I sondaggi di AI

L'Italia sottoscrive il memorandum of understanding con la Cina nell'ambito della Belt and Road Initiative. Una decisione giusta?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.