Roma, 11 ott. (Labitalia) - "Il documento conclusivo dell'indagine conoscitiva su 'L'impatto sul mercato del lavoro della quarta rivoluzione industriale' è stato opportunamente dedicato alle molte vittime del terrorismo per causa del lavoro, da Rossa a Taliercio, da Tarantelli a D'Antona, Biagi e molti altri. La dedica si è giustificata con il voto unanime della Commissione e le circoscritte posizioni dissenzienti dei gruppi MDP, M5S e SI. Non è poca cosa alla vigilia del voto e a conclusione di una legislatura travagliata. Forse siamo davvero usciti dal Novecento industriale e dalle ideologie che ne sono state figlie sovraccaricando di significati il rapporto di lavoro". Lo scrive nel blog dell'Associazione amici di Marco Biagi il presidente della Commissione lavoro del Senato, Maurizio Sacconi (Energie per l'Italia)."Il documento -spiega Sacconi- si configura quindi come una piattaforma sulla quale le diverse forze politiche potranno appoggiare le loro specifiche proposte senza che da queste derivino i conflitti politici e sociali del più remoto e più recente passato. Unanime è la consapevolezza delle opportunità e dei pericoli impliciti nelle nuove tecnologie e la convinzione che la prevalenza delle prime dipenderà dalla azione dei decisori istituzionali e dalla capacità contrattuale delle organizzazioni sociali". "'Meno legge, più contratto' si dice nel documento -continua Sacconi- in ragione della velocità del cambiamento. Lo stesso fondamentale diritto all'apprendimento non può che avere caratteri promozionali ovvero rendersi effettivo nelle concrete circostanze di azienda, di filiera o di territorio, anche sulla base dello stimolo di rinnovati fondi interprofessionali per la formazione. Tocca alla legge garantire diritti fondamentali come l'equo compenso del lavoro, tanto dipendente quanto indipendente, o il diritto alla disconnessione. Istituzioni e parti sociali -conclude Sacconi- hanno il dovere di offrire opportunità affinché ciascuna persona si faccia 'solida nella dimensione liquida' del nuovo mercato del lavoro".

in evidenza
Il fatto della settimana I piccoli calciatori visti dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
I piccoli calciatori visti dall'artista

in vetrina
Diletta Leotta lascia Sky Sport e passa a Dazn. Ecco cosa farà

Diletta Leotta lascia Sky Sport e passa a Dazn. Ecco cosa farà

motori
Peugeot presenta la limited edition della 208 Black Line

Peugeot presenta la limited edition della 208 Black Line

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Diciotti, "prezioso carico" di deportati. Così Saviano ringrazia il Colle
di Diego Fusaro
"Bene Trump, Salvini e Di Maio. Renzi? Agghiacciante". Il video
di Angelo Maria Perrino
Mattarella? Un notaio siciliano. Salvini anti-democristiano

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

I sondaggi di AI

Ha fatto bene il presidente Mattarella a far sbarcare i migranti della Diciotti smentendo clamorosamente il ministro dell’Interno Salvini?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.